Sospensione indennità del sindaco, Pullara: "Proposta più che mai legittima"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

"Condivido e appoggio – scrive Pullara- la richiesta legittima avanzata da dieci consiglieri comunali di Licata di sospensione degli stipendi e delle indennità percepiti dal Sindaco, dalla giunta ,dal presidente del consiglio e dai consiglieri comunali. Ero già intervenuto  sulla questione e in quella occasione avevo sottolineato che la riduzione delle indennità degli amministratori è un criterio già adottato da tanti comuni siciliani, senza drammi o polemiche da cortile e che hanno, evidentemente, dimostrato di avere una maggiore sensibilità ed attenzione rispetto gli amministratori del comune di Licata. Tenuto conto, anche, che sono tutte indennità che si aggiungono a quanto già percepito e si continua a percepire. A questi spetta il compito di dare per primi il buono esempio ai cittadini nel voler concorrere alla riduzione  e al contenimento della spesa.  La situazione economica in cui versano le casse  ed i bilanci comunali-sottolinea Pullara- impongono da parte di amministratori e consiglieri riflessioni e responsabilità. Sospendere gli stipendi e le indennità per il Sindaco , giunta e consiglieri comunali- conclude Pullara- è atto dovuto per risollevare le sorti del Comune di Licata e contribuire al riequilibrio della situazione economico - finanziaria in un momento come questo. L'emergenza Coronavirus, infatti, ormai da mesi, sta mettendo a dura prova l'economia della nostra regione e anche dei cittadini.   L'amministrazione prenda coscienza di tutto questo e predisponga gli atti necessari per portarli al più presto a votazione in Giunta e in Consiglio Comunale.”

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento