rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Politica / Naro

Naro, salta la sfiducia al sindaco: Brandara resta in carica

La mozione necessitava di otto voti a favore, ma l'opposizione si è spaccata soprattutto rispetto allo scenario di un voto anticipato

L'opposizione in aula (maggioritaria nei numeri), si spacca soprattutto sull'idea del voto anticipato e la mozione di sfiducia al sindaco viene bocciata.

E' accaduto ieri sera a Naro dove il Consiglio comunale, dopo una lunghissima e "infuocata" seduta ha appunto respinto il provvedimento che avrebbe portato ad elezioni il piccolo centro già i prossimi 28 e 29 maggio.

A proporre il ritiro del provvedimento erano stati due degli stessi firmatari, i consiglieri di opposizione Cangemi e Cremona. Idea bocciata dall'aula che però, alla fine, ha respinto con 6 voti contrari e sei favorevoli (Arnone, Gallo, Licata, Palmeri, Scanio e il presidente del Consiglio comunale Valvo) la sfiducia.

Quanto avvenuto, tuttavia, non sarà privo di strascici politiici:  a fine seduta il consigliere comunale Todaro infatti annunciato che si valuterà la sfiducia al presidente del Consiglio comunale Valvo, ritenuto "non più super partes". Questo non solo per le dichiarazioni di voto dello stesso presidente, ma per la ricostruzione fatta in aula dalla consigliera Cremona, la quale ha indicato Valvo come il proponente della sfiducia (sebbene poi non sia stato tra i cinque primi firmatari).

Insomma, i toni e gli animi rimangono abbastanza "caldi", anche perché, come detto in aula, la sfiducia al sindaco parrebbe ritirata solo a tempo, in vista di una tornata elettorale più "comoda" per preparare un candidato alternativo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Naro, salta la sfiducia al sindaco: Brandara resta in carica

AgrigentoNotizie è in caricamento