rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Politica

In Consiglio comunale ritirato il regolamento Asacom, il movimento Liberi e solidali: “Avevamo ragione noi”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

I Consiglieri del movimento Liberi e Solidali, Hamel, Bongiovì e Zicari, intervengono in merito alla questione Asacom, il servizio di assistenza per gli studenti disabili.

“Le accuse che vengono rivolte agli altri, spesso poco dicono dell'accusato ma molto del modo di pensare e di agire di chi le proferisce. Pertanto rispediamo al mittente tutto quello che è stato detto in Consiglio Comunale ieri sera, ed a differenza dei colleghi, noi crediamo nella loro buona fede e li vogliamo aiutare a perfezionare il regolamento che hanno “ritirato” cosicché lo possano ripresentare. La nostra colpa è quella di aver notato l'assenza del doppio canale, assenza confermata ieri pubblicamente anche dall'assessore al ramo? O di aver fatto bene il nostro compito ed aver presentato un emendamento per introdurlo? E se non lo avessimo presentato, ieri il regolamento sarebbe stato approvato? Inviamo loro l'emendamento che avevamo anticipato e proposto sul doppio canale, affinché possano integrare la loro proposta di regolamento e ripresentarla. Al posto di rivolgere accuse ingiuriose e infondate a tutto il movimento Liberi e Solidali, potevano mostrare un pizzico di umiltà e accettare il confronto, a cui noi eravamo disponibili, ma hanno preferito attaccare e diffamare per giustificare il ritiro di un regolamento che sarebbe stato bocciato dall'aula. Ad ogni modo noi siamo superiori e generosamente scriviamo per loro l'articolo che manca nella loro proposta di regolamento per dissipare ogni dubbio sulla loro dichiarata volontà di mantenere il doppio canale.

Art 3 Bis: il Comune garantisce la libertà di scelta delle famiglie in merito alla scelta dell'Assistente alla Comunicazione (Asacom).

L'Asacom può svolgere il servizio di assistenza e comunicazione sia mediante rapporto di lavoro subordinato con le cooperative accreditate con il Comune di Agrigento, sia mediante attività libero professionale. Qualora il professionista Asacom individuato dalla famiglia abbia ad avere un contratto di lavoro subordinato con una cooperativa accreditata dal Comune, si procederà mediante le modalità individuate dal Patto di accreditamento stipulato tra il Comune e le cooperative per l'espletamento del servizio di assistenza all'autonomia e comunicazione. Qualora il professionista Asacom lavori in regime libero professionale, rispondendo all'avviso di cui all'art 7, si applicheranno le modalità disciplinate dal presente regolamento".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Consiglio comunale ritirato il regolamento Asacom, il movimento Liberi e solidali: “Avevamo ragione noi”

AgrigentoNotizie è in caricamento