rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Politica

Scontro al femminile in Consiglio comunale, Catalano replica alle accuse di Palermo

Materia del contendere la ricostruzione fatta dalla consigliera leghista dell'allontanamento dall'aula comminato dal presidente in seguito ad una auto-ripresa con il cellulare

"Non saprei da quale punto della fantasiosa nota della consigliera Palermo dovrei iniziare quella che non vuole essere una replica, ma un chiarimento. Non una replica, perché il tenore delle affermazioni è talmente scollegato dalla realtà dei fatti da essere una evidente provocazione volta a creare un dualismo politico dal quale la collega cerca, da anni, di trarre visibilità distraendosi dai seri temi che la città si aspetta vengano affrontati e, magari, risolti".

La controreplica di Nuccia Palermo

Inizia così la lunghissima nota firmata dal presidente del Consiglio comunale Daniela Catalano, in genere parca di uscite pubbliche, per rispondere alle accuse formulate nei giorni scorsi dalla neo consigliera leghista Nuccia Palermo. I fatti sono quelli connessi all'allontanamento della capogruppo, la quale, da tempo, conduce una propria crociata personale perché gli interventi in aula possano essere auto-ripresi su Facebook. Una prassi non prevista che si tenta di reprimere, in genere senza successo, fino a che, nei giorni scorsi, all'ennesimo richiamo (anche se forse prima sarebbe dovuta essere sospesa la seduta) la consigliera è stata fatta allontanare.

"Il mio  - continua Catalano - è un chiarimento che i cittadini, miei elettori e non, necessitano, perché si sappia come si agisce in aula Sollano,a tutela di tutto il consiglio che mi onoro di presiedere.
nessun ostacolo a nessun partito,compresa  la lega, rappresentata "in persona personalmente" dalla collega palermo,che per esaltare il recente approdo politico all'anzidetta Lega( nord,fino a pochi mesi fa), dopo la militanza in Grande sud e Sicilia futura, ritiene doveroso tornare al tormentone degli attacchi quotidiani al ministro Alfano (e/o a chi a lui vicina), assolutamente ingiusti e  faziosi prima, certamente  fuori luogo e non più oggetto di discussione oggi". Insomma, una cosa del tipo: "non voglio fare polemiche, però..".

Nel merito Catalano sottolinea come i lavori del Consiglio siano aperti al pubblico e la cittadinanza può a assistervi; è prevista l"a ripresa integrale dei lavori pubblicati 5 minuti dopo la chiusura degli stessi sul sito del Comune di Agrigento"; le parole degli interventi sono trascritte e sono disponibili on line.

"Non si capisce, dunque - continua Catalano - a quale negata trasparenza osi alludere la collega, che, tornando ai fatti di lunedì scorso, è stata allontanata poiché, richiamata al rispetto del regolamento comunale, continuava, nonostante il pacato invito,  ad effettuare riprese non autorizzate destinate alla pubblicazione autonoma ed incontrollata soggetta anche a commenti di possibili fake profile, liberi di asserire qualsivoglia abnormità, a danno di tutti i presenti in aula"

Alla richiesta di spegnere il cellulare (dopo aver tentato di dissimulare la diretta in corso) Palermo, dice Catalano, avrebbe reagito "con urla, strali e turbando l'ordine della seduta"  e l'allontanamento è arrivato "dopo vani e ripetuti tentativi tesi ad ottenere dalla consigliera il rispetto delle leggi vigenti in aula ed un comportamento consono al ruolo".

Una nota a margine su un titolo non particolarmente centrato della nota firmata da Palermo riguarda il fatto che lo scontro consumatosi con Catalano fosse  tra "vecchia sinistra" e Lega Nord. "Non reputo assolutamente offensivo questo termine - conclude il presidente - , seppur non esattamente coincidente con il mio noto excursus politico, ma sono pronta a dichiararmi appartenente alla vecchia o alla nuova sinistra o a qualsivoglia altro partito,movimento o corrente, in cui rispetto della vita umana, rispetto delle leggi e rispetto delle istituzioni siano considerati irrinunciabili. Perché la politica muta, certi valori, no".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontro al femminile in Consiglio comunale, Catalano replica alle accuse di Palermo

AgrigentoNotizie è in caricamento