rotate-mobile
Politica

Scala dei Turchi, Catanzaro rilancia la petizione: "Diventi un bene Unesco"

Da tempo si discute della possibilità di un inserimento tra i beni patrimonio dell'umanità, ma la procedura non è mai partita

Torna in auge il progetto di far riconoscere la Scala dei Turchi quale bene Unesco, per quanto in realtà siano state le stesse istituzioni a chiarire che poco o nulla cambierebbe in termini di tutela. 

A rilanciare la petizione (raggiungibile a questo link) è il deputato regionale Pd Michele Catanzaro. 

“Alcuni anni fa  - dice in una nota - avevamo acceso i riflettori sulla Scala dei Turchi, oggi uno dei siti naturalistici più belli al mondo gode delle giuste e meritate attenzioni che speriamo lo conducano ad una vera ed efficace valorizzazione pubblica nell'interessa della Sicilia e della provincia di Agrigento. Il sito, che non potrà più essere oggetto di speculazione economica e tra non molto passerà in mani pubbliche - dice Catanzaro – deve al più presto valorizzare ancora di più la Sicilia agli occhi del mondo. E' grazie alle nostre iniziative degli ultimi anni, fatte di interpellanze e sollecitazioni a tutti i livelli, che su Scala dei Turchi c'è maggiore attenzione da parte di tutti, ma dobbiamo ancora batterci”. 

Secondo Catanzaro, "l’iscrizione all’elenco dei beni patrimonio dell’Unesco è una delle principali battaglie di civiltà che con forza stiamo portando avanti e per la quale dopo il silenzio della Regione Siciliana stiamo chiedendo il sostegno di tutti attraverso une petizione on line, sarà un altro tassello nel processo avviato grazie alla nostra azione di forte sensibilizzazione politica e civica”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scala dei Turchi, Catanzaro rilancia la petizione: "Diventi un bene Unesco"

AgrigentoNotizie è in caricamento