Sabato, 25 Settembre 2021

Rifiuti, via al pugno duro: già elevate le prime 15 multe contro gli "sporcaccioni"

Il Comune pronto a spostare il Ccr di piazza Ugo La Malfa. Partita una nuova campagna di comunicazione per migliorare la differenziata

Per contrastare il triste fenomeno dell’errato conferimento dei rifiuti, la polizia locale di Agrigento ha istituito un apposito nucleo Ambientale. Si tratta di quattro pattuglie di agenti in borghese che, monitorano le zone più a rischio di formazione di discariche abusive.  Nella sola via Imera, il bilancio della prima settimana di attività del nucleo, ha portato a 15 sanzioni da 600 euro ciascuno elevate ad altrettanti cittadini che non hanno conferito regolarmente la spazzatura.

Il vice sindaco di Agrigento, Aurelio Trupia che ha la delega assessoriale sui rifiuti, ha incontrato la stampa per illustrare un quadro riepilogativo sull’organizzazione del servizio di gestione dei rifiuti in città.

Trupia, ha anticipato alcune delle proposte che l’amministrazione comunale ha già inoltrato con le ditte che si occupano del servizio. 
Fra queste, è prevista  la distribuzione dei mastelli mancanti o la sostituzione di quelli rotti ai cittadini che dovrebbe essere curato dall’ufficio Ecologia di Fontanelle. Il vice sindaco Trupia ha anche parlato dell’imminente trasferimento del centro comunale di raccolta da piazzale Ugo La Malfa ad una zona individuata nella zona ex Asi.

Dal Comune inoltre, secondo quanto detto in conferenza dall’assessore Trupia,  si starebbe procedendo con il censimento degli utenti residenti nel centro storico per organizzare un servizio di raccolta porta a porta differente dall’attuale che, per  motivi di orografia non essendo tutti i vicoli raggiungibili dai mezzi,  prevede  il conferimento dei mastelli nelle zone accessibili.

Cambiano le regole per il conferimento dei rifiuti: scoppia la polemica
Cambiano le regole per il conferimento dei rifiuti: scoppia la polemica
rebbe interessarti: https://www.agrigentonotizie.it/cronaca/cambio-regole-rifiuti-raccolta-no-mastello.html

Intanto, sull’ultimatum del prossimo 15 gennaio, sullo stop della raccolta dei rifiuti nel sacchetto, quindi per quelli non depositati nei mastelli, l’assessore Trupia precisa.” “Questa misura, riguarda principalmente il rifiuto organico, se il mastello è piccolo, – aggiunge il vice sindaco Trupia dai microfoni di AgrigentoNotizie -  si potrà utilizzarne  un altro di colore diverso, stiamo comunque cercando di mediare con l’impresa perché diventerebbe ingestibile recuperare i sacchetti  non raccolti”.

Si parla di

Video popolari

Rifiuti, via al pugno duro: già elevate le prime 15 multe contro gli "sporcaccioni"

AgrigentoNotizie è in caricamento