Rinviata visita della commissione antimafia a Licata, Vincenti: "Consiglio comunale non informato"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

"Purtroppo si continua a 'fare acqua' in questo comune, non è la prima volta che arrivano in città importanti esponenti politici o rappresentanti d’istituzionali, e il consiglio comunale non è informato". Lo denuncia il consigliere comunale di Licata, Angelo Vincenti.

"Oggi sui giornali - scrive Vincenti - si parla dell’arrivo a Licata di una delegazione della commissione Antimafia guidata dal presidente Nello Musumeci in visita nella nostra città per incontrare il sindaco Angelo Cambiano. Per fare il punto sui recenti atti intimidatori a seguito delle operazioni di demolizione. Per l’ ennesima volta la seconda istituzione in città, viene lasciata all’oscuro di tutto, mortificata e non considerata da un sindaco che mediaticamente chiede collaborazione al consiglio comunale che accusa di ostruzionismo, ma che praticamente continua nel suo gestire dittatoriale la guida della città. Si parla tanto di legalità e di rispetto, ma l’esempio deve partire dall’ alto". 

"Solo a metà giornata si apprende che la visita è stata rinviata - prosegue il consigliere - e la notizia arriva anch’essa attraverso voci di corridoi e non da canali ufficiali. Non è ammissibile tutto questo in una città che negli ultimi mesi è stata sotto l’occhio del ciclone e che dinanzi all’opinione pubblica sta passando come una città dove la legalità, il rispetto delle regole non esiste".

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento