Riforma dei rifiuti impantanata all'Ars, Firetto: "A pagare sono i Comuni"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

"La Regione ha tempi biblici e il popolo siciliano aspetta. Le città aspettano. Non importa più di chi siano le responsabilità e perché succedano certe cose". 

Così il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto interviene a proposito della legge sul ciclo dei rifiuti.

"È scandaloso - dice Firetto - che dopo 29 commissioni cada in aula l'art. 1 con il voto segreto  e si rinvii ancora, come giustamente sottolinea il presidente della Regione Nello Musumeci, che chiede a gran voce per la Sicilia una legge sul ciclo dei rifiuti. Forse anziché una legge nuova bastava riportare la L. 9/2010 alla sua forma originale cancellando le modifiche inserite dal governo Crocetta, come chiesto da Ministero Ambiente e ANAC. In ogni caso la perdita di tempo e l'incertezza su un tema così delicato non giova a nessuno o giova a pochissimi".

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento