"Contenitori di amianto abbandonati su edificio pubblico", la denuncia di Di Emanuele

I contenitori preoccupano i residenti: chiesta la bonifica da parte del Comune

I contenitori

Presenza di contenitori verosimilmente di cemento-amianto sul tetto degli ex uffici di collocamento, la consigliera comunale Valentina Di Emanuele chiede la bonifica.

"Fino a qualche decennio fa - dice - l'amianto veniva usato nel settore edile per tante cose, dalle coperture dei tetti alle vasche per la riserva di acqua. Con il passare del tempo si è capito che questo minerale è risultato essere nocivo, pericoloso per la salute e la vita stessa dell'uomo. Ma se gli edifici comunali nonché pubblici, hanno ancora delle cisterne di eternit e non bonifica l'amministrazione, come possiamo pensare, come lo si può pretendere dai nostri concittadini e a maggior ragione in questo particolare momento?".

I contenitori si trovano in via Leoncavallo, sul tetto degli ex uffici di collocamento e rispetto a questi la consigliera chiede all'Amministrazione: come mai non si è intrapreso un percorso di smaltimento; come mai non si è fatto uno studio per l'identificazione e la mappatura per la presenza di amianto per tutto il territorio Empedoclino e come mai non si è pensato un bonus per le famiglie per incentivare a smaltimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Paura e contagi fuori controllo nell'Agrigentino, Cuffaro sbotta: "La verità? Siamo in mano a nessuno"

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • Coronavirus, i positivi continuano ad aumentare: chiuse piazze e vie e stop alle scuole

  • Incidente sulla statale 115: violento scontro frontale fra auto, due feriti in ospedale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento