Lunedì, 20 Settembre 2021
Politica

Emergenza rifiuti a Favara, il candidato sindaco Antonio Palumbo: "Servono più controlli ma anche più civiltà"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Il candidato sindaco di “Scegli Progetto Comune” si appella ai cittadini: “Non è più tempo di cercare alibi, servono controlli ma anche più civiltà”

“A Favara è il momento della responsabilità: non è più possibile continuare a sperare che sia un intervento esterno a salvare la nostra città da questo perenne stato di abbandono”.

Ad intervenire, è il candidato sindaco Antonio Palumbo, sostenuto alle prossime elezioni amministrative dalla coalizione “Scegli Progetto Comune”, composto da “Favara per i beni comuni”, “L’Altra Favara” e “Partito Democratico”.

“Lo stato di gravissimo degrado ambientale in cui versa il paese è figlio di una combinazione di incompetenza amministrativa cui si aggiunge l’incivilirà di troppi cittadini che, approfittando dell'assenza di controllo, si ostinano a non differenziare i rifiuti prodotti e a non pagare le tasse. E’ il momento di dire ‘basta’ all'ipocrisia di chi sostiene che le colpe siano solo di altri. Favara si salva solo se tutti faranno la loro parte. Tre, a nostro parere, i punti centrali per affrontare questa vera e propria emergenza che abbiamo già inserito nel nostro programma: bisogna ripartire con un'attività di sensibilizzazione e formazione che spieghi passo passo ai cittadini come effettuare una buona raccolta differenziata e quali siano i vantaggi economici, sociali e ambientali di una città più pulita; è necessario contestualmente avviare delle azioni finalizzate a individuare e sanzionare gli incivili (video sorveglianza, controllo civico attraverso specifiche app, attività di verifica da parte dei Vigili urbani con la collaborazione di Polizia Provinciale e delle forze dell'ordine) e rimettere in moto la macchina comunale per l'accertamento degli evasori, agendo però anche sulle aziende che gestiscono il servizio e il relativo appalto, controllando il rispetto del capitolato; in ultimo, a fronte di un'emergenza economica quale quella provocata dalla pandemia Covid, dato che tante famiglie si trovano oggi ben oltre la soglia della povertà, il Comune dovrà garantire sostegno a chi non può pagare ed essere inamovibile contro chi non vuole pagare”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza rifiuti a Favara, il candidato sindaco Antonio Palumbo: "Servono più controlli ma anche più civiltà"

AgrigentoNotizie è in caricamento