Sabato, 13 Luglio 2024
La polemica / Ribera

Sindaco contestato da Gallo e La Rocca Ruvolo, la replica: "Attacchi per interessi di bottega"

Il primo cittadino risponde ai deputati regionali di Forza Italia: "L'essere passato a Fratelli d'Italia non è stato digerito, ho la schiena dritta e rispondo solo ai miei cittadini"

Il sindaco di Ribera, Matteo Ruvolo, replica ai deputati regionali di Forza Italia, Riccardo Gallo e Margherita La Rocca Ruvolo, che nei giorni scorsi lo hanno duramente attaccato riguardo alla gestione amministrativa della città.

"Apprendo dai mezzi di stampa - dice - dell’apparente interesse per il futuro di Ribera, di recente manifestato da parte dei deputati regionali La Rocca e Gallo: si legge di una loro altrettanto apparente preoccupazione per “Una città abbandonata a se stessa e un’amministrazione comunale assente, senza progettazione e programmazione”, tanto da spingerli a proporre alle “altre forze politiche che hanno a cuore le sorti della città … di avviare un confronto per lavorare tutti insieme per il rilancio turistico, sociale ed economico di Ribera. Devo purtroppo prendere atto dei soliti interventi “ad orologeria”, per i quali taluni rappresentanti di partito  - loro sì - spesso assenti e lontani dal nostro territorio, paiono interessarsi di Ribera solo quando (guarda caso) succede qualcosa che in qualche modo riguarda o “turba” la loro parte politica".

Ruvolo aggiunge: "Non sfugge infatti il richiamo (fatto nella nota dei due deputati di Forza Italia) ai recenti movimenti interni del proprio partito (con il relativo abbandono da parte di uno dei consiglieri comunali), passaggio che evidentemente non è stato ben digerito. Né può sfuggire il fatto che a parlare siano proprio dei rappresentanti politici di Forza Italia, ossia il partito dove aveva militato il sottoscritto prima di aderire a Fratelli d’Italia: anche questo passaggio, evidentemente, continua a non essere digerito da qualcuno. Cosa simile era già successa qualche mese addietro, allorquando il sottoscritto, a fronte del tentativo da parte di alcune forze politiche di metterlo sotto pressione per puri “interessi di bottega” (leggasi incarichi assessoriali), decideva di non sottostare al gioco e di andare avanti per la sua strada: anche in quell’occasione era partita una manovra, che avevo avuto modo di definire come una semplice “lotta alle poltrone”; chi allora si lamentava, fino al momento prima non si era certamente preoccupato né aveva discusso di problemi legati a programmi o progetti di sviluppo".

Il sindaco passa al contrattacco: "Se mostrare schiena dritta e autonomia di pensiero vuole essere fatto passare da qualcuno con l’immagine “dell’uomo solo al comando”, allora dico … pazienza: io devo innanzi tutto rendere conto ai miei concittadini, che non sono stupidi, e che sapranno fare le giuste valutazioni al completamento del mio primo mandato. Ed ancora, se gli autori della nota avessero veramente a cuore le sorti di Ribera, o se fossero realmente partecipi di quanto riguarda la nostra città, allora saprebbero che, ad esempio, l’Amministrazione guidata dal sottoscritto a oggi è riuscita nel difficile lavoro di risanamento delle casse comunali, con l’appianamento del disavanzo e l’approvazione degli strumenti finanziari (finalmente nei modi e termini di legge): anzi, l’ultimo rendiconto consuntivo per l’anno 2022 registra addirittura un avanzo disponibile di quasi 700 mila euro (parte del quale è già destinata per investimenti)".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sindaco contestato da Gallo e La Rocca Ruvolo, la replica: "Attacchi per interessi di bottega"
AgrigentoNotizie è in caricamento