Carenze infrastruttura, Consiglio deserto: l'opposizione all'attacco

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

I sottoscritti consiglieri comunali dei diversi gruppi di opposizione, a mezzo della presente nota intendono comunicare quanto segue:
A seguito della conferenza dei capigruppo, andata colpevolmente deserta a causa della mancata partecipazione dei rappresentanti della maggioranza, è stato convocato dal Presidente del Consiglio comunale una seduta straordinaria ed urgente del civico consesso per l'approvazione di un ordine del giorno di importanza provinciale e cioè la "Costituzione del tavolo tecnico-istituzionale per la sensibilizzazione del Governo Nazionale e regionale sul tema della carenza delle infrastrutture viarie della Provincia di Agrigento".

Il medesimo testo dell'o.d.g, vede impegnati i diversi consigli comunali del territorio in modo da realizzare un'azione di stimolo sinergica e di sensibilizzazione dei diversi livelli di governo a cui compete il tema delle infrastrutture in generale e della viabilità in particolare.

Tale o.d.g. è stato approvato grazie ai voti della opposizione che, presente tra i banchi, ha reso possibile rendere valida la seduta ed esitare positivamente il suddetto punto.
E' giusto evidenziare che negli scorsi giorni sono state attuate clamorose e partecipate manifestazioni di protesta che hanno avuto ampia eco a livello nazionale.

Tutto ciò premesso, stupisce l'assenza in massa dei consiglieri di maggioranza, con l'eccezione del Presidente del Consiglio comunale e del Consigliere/Vice Sindaco.

Indubbiamente i consiglieri di maggioranza hanno perso un'occasione per manifestare compattezza e spirito di collaborazione tanto (inutilmente) sbandierati, visto che alla prova dei fatti nè in prima, nè in seconda convocazione, erano presenti.

Quale ragione politica sottende a questa ingiustificata e massiccia assenza?
Che spiegazioni fornire alla cittadinanza su tale inspiegabile battuta a vuoto?
Forse la fine dell'esperienza "paciana" ha gettato fin da adesso nello scoramento i suoi seguaci con eclatanti episodi di "diserzione"?

Il dovere di esercitare il proprio ruolo per ciascun consigliere comunale deve perdurare fino all'ultimo giorno del mandato istituzionale, poiché tale compito si espleta non solo a beneficio dei propri elettori ma del paese che rappresenta.

Non si può pensare che mancando poco meno di 100 giorni dall'apertura delle urne venga meno il tanto decantato senso di responsabilità e condivisione dei grandi temi che non conoscono bandiera o fazione.

Gli assenti hanno sempre torto!

Ribera 07.02.2020

Angileri M.G.
Caico D.
D'Azzo F.
Failla R.
Farruggia M.
Lupo C.
Mulè F.
Tramuta G.
 

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento