Referendum, Pci Agrigento: "Difesa la Costituzione"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

La federazione provinciale del Pci esprime grande soddisfazione per la straordinaria vittoria del No al referendum costituzionale del 4 dicembre. Pur essendo il Pci in fase embrionale sia a livello nazionale che territoriale esso ha generosamente messo le proprie forze a disposizione del vasto movimento democratico e di sinistra che in condizioni difficilissime per ristrettezze finanziarie e disponibilità di media ha messo in campo passione civile e militanza attiva dedicando tempo e risorse alla causa della difesa della nostra Costituzione e della democrazia.

L’impegno profuso ha contribuito in modo determinante ad arginare l’aggressione ai principi di solidarietà e di partecipazione dei cittadini alla vita pubblica garantiti dalla costituzione repubblicana democratica ed antifascista. Democrazia ed antifascismo che disturbano la sensibilità di un gigante mondiale della finanza come la banca d’affari J.P.Morgan che infatti ha richiesto un intervento del governo per purgare la carta fondamentale di tali ostacoli alla supremazia incontrastata del mercato. Rinnoviamo il nostro impegno a continuare a lavorare per l’unità dei comunisti in primis e la creazione di un fronte democratico progressista alternativo alle destre e al pd per superare l’attuale società capitalistica.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento