Referendum, Iacolino-Falzone: "Difendiamo la Costituzione"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

"Il 4 dicembre rappresenta un occasione imperdibile per gli italiani per difendere l'attuale Costituzione, quella voluta dai Padri Costituenti, e che guardava con lungimiranza ad una vita democratica dei cittadini garantita da un equilibrio dei poteri di Stato". Lo scrivono i consiglieri comunali Giorgia Iacolino e Salvatore Falzone.

"Quella voluta dal Pd di Renzi e dai sui compagni ed amici di governo snatura i rapporti di equilibrio fra i poteri dello Stato, attribuendo una supremazia inaccettabile-anche sulla base della distinta ed in vigore legge elettorale c.d. Italicum-al solo partito che uscirà vincente dalle elezioni politiche. Lascia il Senato-che però non verrà eletto dai cittadini ma da sindaci e consiglieri regionali che si sobbarcheranno un improbabile doppio incarico e trasferte sempre a carico dei contribuenti-con poteri ridotti e competenze in materia di legislazione europea. Vi immaginate in Padania( regioni di Lombardia o Veneto) cosa potrebbe accadere in materie che riguardano le quote latte quando si dovrà discutere l'applicazione di direttive europee nel territorio della Repubblica italiana? Paralisi e caos in un Senato che di continuo muterà composizione quando cessera' il relativo mandato sindacale o del consigliere regionale nell'assemblea dove era stato eletto".

"Un riforma che peggiora la Costituzione,attribuendo più poteri allo Stato centrale sopratutto in materia sanitaria ed aumentando in tale modo le differenze consolidate fra le  regioni ed a farne la spesa sarà in particolare la nostra Sicilia. Forza Italia - concludono Iacolino e Falzone - vota No ed auspica una grande partecipazione dei cittadini al Referendum del 4 Dicembre per archiviare una pagina opaca dell'attuale stagione politica".

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento