Conclusa raccolta firme contro l'Italicum e il referendum costituzionale

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Il Coordinamento per la Democrazia Costituzionale della provincia di Agrigento, comprendente il Comitato del NO alla riforma Costituzionale ed il Comitato contro l’Italicum (la legge elettorale valida per l’elezione della Camera dei Deputati), comunica che si è conclusa con successo la raccolta firme inerente i referendum per l’abolizione delle liste bloccate - e quindi per ritornare alle preferenze -, e per l’abolizione del premio di maggioranza, premio così sproporzionato che comporterebbe l’aggiudicazione della maggioranza della Camera addirittura ad un partito che prendesse il solo 25% dei voti.

In tutta la provincia sono state, non senza difficoltà, raccolte più di 2.000 firme, superando quindi il target richiesto alla provincia.

Nei prossimi giorni il coordinamento si riunirà a livello provinciale per discutere e programmare i nuovi impegni riguardo la campagna referendaria per il No alla Riforma Costituzionale. In quell’occasione si stabiliranno le modalità ed i tempi degli incontri con i cittadini al fine di spiegare, nel merito, l’enorme danno democratico che questa legge elettorale comporterebbe se fosse confermata.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento