Giuseppe Di Rosa del Codacons
Politica

Raccolta differenziata, il Codacons: "Questa non è la Agrigento che abbiamo rappresentato in campagna elettorale"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Questa non è la Agrigento che “abbiamo” rappresentato in campagna elettorale, dove è finito il nostro programma sulla raccolta differenziata?
Il Codacons ha già dato mandato all'ufficio legale che sta valutando la denuncia presso gli organi preposti per inquinamento ambientale. E se Agrigento iniziasse a pensare di dare ragione al Consiglio comunale che nel dicembre 2014 aveva votato per la raccolta in house (creando un'azienda municipalizzata?". Il concetto di "isola ecologica" è distante anni luce da questa immane porcheria. 
L'isola ecologica è un luogo che segue regole precise, allestito in prossimità del centro urbano (non dentro). 
Il cittadino che paga la bolletta della spazzatura (anche con tariffe di importo superiore ad altre città) ha diritto ad avere un centro di conferimento accessibile, ben recintato, organizzato, pulito e aperto a tutti.
L’assessore, vice sindaco Trupia sta flagellando gli agrigentini ed Agrigento, se ha un pizzico di onestà politica ed intellettuale, deve rassegnare le sue dimissioni nelle mani del sindaco perché oramai dopo 8 mesi il risultato è sotto gli occhi di tutti, nessun cambio di rotta, nessun cambio di tendenza, nessun risultato a partire dalla scerbatura(non sappiamo neppure se la paghiamo ed è già inserita nel contratto) ad arrivare alla pulizia generale della città, il fallimento è sotto gli occhi di tutti, il fallimento politico del progetto Trupia, è acclarato.
Il sindaco Micciché prenda atto che una persona perbene basta ed avanza, una città difficile come Agrigento non si amministra solo con le brave persone ma con i bravi amministratori, non è scritto da nessuna parte e non esiste una equazione che una brava persona possa amministrare bene, il fallimento è chiaro a tutti, Franco prendi atto del fallimento e decidi cosa vuoi fare della nostra città. 
Decidi e decidi subito, Agrigento non può più aspettare. Le cose sono due: o “avete” fallito premeditatamente perché sapevate ed avete preso in giro le persone, o il tuo assessore è incapace di fare ciò per cui lo hai delegato.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolta differenziata, il Codacons: "Questa non è la Agrigento che abbiamo rappresentato in campagna elettorale"

AgrigentoNotizie è in caricamento