Politica

Pubblicato bando taxi ad Agrigento, Di Rosa (Ncs): «Giornata storica»

«Per Agrigento, quella di oggi è una data storica». Grande soddisfazione esprime il coordinatore provinciale del Movimento “Noi con Salvini" di Agrigento Giuseppe Di Rosa, che si definisce «padre del regolamento taxi»

«Per Agrigento, quella di oggi è una data storica». Grande soddisfazione esprime il coordinatore provinciale del Movimento “Noi con Salvini" di Agrigento Giuseppe Di Rosa, che si definisce «padre del regolamento taxi» che ha permesso al dirigente del Settore III del Comune di pubblicare, sulla Gazzetta ufficiale concorsi della Regione siciliana, il bando per l’assegnazione di 22 licenze che permetteranno ad altrettante persone di potere regolarmente svolgere la loro attività.

«Oggi Agrigento raccoglie i frutti di un impegno e di un lavoro - afferma Di Rosa -  che avevo avviato e fortemente spinto quando sedevo tra i banchi di aula "Sollano" - un traguardo destinato a scrivere una importante pagina per questa Municipalità, raggiunto nell’interesse della città e nel segno della legalità. Ringrazio i consiglieri che condivisero quelle mie battaglie, sempre improntante al bene comune, come quelle, per citarne alcune,  che hanno riportato ordine e trasparenza nell’ambito della cartellonistica pubblicitaria e delle transenne pubblicitarie installate in tutto il territorio comunale.

Credo, senza prova di smentita, di avere lasciato un segnale indelebile nella macchina amministrativa di Palazzo dei Giganti e di questo ne vado certamente fiero. Il mio passaggio da aula "Sollano" non è stata una semplice comparsa, un parcheggio o fonte di ristoro economico. Anzi, tutt’altro. La mia è stata una missione all’interno di questa Istituzione, contribuendo, con il mio impegno e con la determinazione, a ridare decoro e servizi ad una città abbandonata a se stessa dall’incuria e dalla ipocrisia di politici che amano questa terra solo con le parole. Che se ne ricordano in campagna elettorale, salvo poi infischiarsene dei bisogni della gente.

Io, nel mio piccolo, ho dato invece alla mia città prova tangibile che si può fare politica per servire, non per servirsene. Si possono realizzare piccoli e grandi cose anche senza false promesse e senza mai abbassare  la testa innanzi ai poteri forti che governano da troppo tempo questa città, limitandone le potenzialità e relegandola in una dimensione socio- economica di profonda sofferenza. Sono e rimango a disposizione di Agrigento e degli agrigentini,  che continuerò a seguire con particolare attenzione, seppur in altre vesti.  

Continuerò ad essere propositivo e a vigilare sull’attività della macchina amministrativa che, agli occhi della gente, sembra essere cambiata - conclude Di Rosa - ma è solo una pia illusione. Insomma, per citare il Gattopardo, ad Agrigento tutto cambia affinché nulla cambi».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pubblicato bando taxi ad Agrigento, Di Rosa (Ncs): «Giornata storica»

AgrigentoNotizie è in caricamento