rotate-mobile
Giovedì, 23 Marzo 2023
Politica

Piano regolatore generale, l’allarme del consigliere Piparo: “In stallo le attività di rilascio dei permessi“

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

"Voglio rappresentare, alla cittadinanza tutta, lo stato dell’iter tecnico amministrativo relativo alle cinque prescrizioni esecutive delle zone “C4” (case con orto),”C1” (Villaggio Mosè), alle sottozone “D3”si (strutture turistiche di espansione) e zona “C2” (nuove espansioni residenziali) e zona "D5" commerciale.

Con la legge regionale n° 19 del 13/08/2020 (norme per il governo del territorio) è stata abrogata la legge regionale 71/78 e conseguentemente modificato il percorso per l’ approvazione del nuovo strumento urbanistico, denominato P.U.G. (Piano Urbanistico Generale).

Secondo detta legge 19/2020, il P.U.G. deve rispettare le linee guida del P.T.R. (Piano Territoriale Regionale) che, alla data odierna, non è stato ancora approvato.

Ciò determina uno stallo nella attività di rilascio di permessi a costruire, che sta letteralmente e progressivamente bloccando l’economia della città di Agrigento. impedendo, di fatto, l’attività edilizia.

Lo scrivente ritiene che, in attesa della redazione da parte della Regione del P.T.R., l’amministrazione comunale debba sospendere il procedimento finalizzato alla formazione di un nuovo strumento urbanistico (P.U.G.), perché richiederebbe tempi molto lunghi per la sua approvazione e mantenendo lo stato attuale di stallo dell’attività edilizia e tutta l’economia ad esso collegata .La possibile soluzione è rendere attuative le cinque prescrizioni esecutive delle zone “C4” (case con orto),”C1” (Villaggio Mosè), alle sotto-zone “D3”(strutture turistiche di espansione) e zona “C2” (nuove espansioni residenziali) e zona "D5" commerciale, al fine di dare risposta a tutti i cittadini, alle imprese e alle forze sociali.

Inoltre è indispensabile attivare le procedure per ottenere la Vas (valutazione ambientale strategica) relativa alle cinque prescrizioni esecutive previste dal P.R.G.

Volendo concludere, in attesa che la Regione Sicilia approvi il P.T.R., è imprescindibile che questa amministrazione comunale, renda attuative le sopracitate prescrizioni esecutive, questo atto è fondamentale per venire incontro ai tantissimi cittadini che, pur pagando, con grandi difficoltà economiche l’Imu dei terreni interessati, non possono avvalersi del loro diritto a edificare, subendone le conseguenze da anni e, quindi, ridare dignità al nostro territorio ed alla nostra gente e, di conseguenza, rimpinguare le casse comunali per offrire, sempre più, servizi alla collettività migliori, efficienti e puntuali".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano regolatore generale, l’allarme del consigliere Piparo: “In stallo le attività di rilascio dei permessi“

AgrigentoNotizie è in caricamento