Assistenza agli studenti disabili, Pullara: "A Porto Empedocle famiglie lasciate sole"

Il consigliere di opposizione attacca il sindaco e chiede interventi celeri prima dell'inizio della scuola

Antonina Pullara

La consigliere comunale di Porto Empedocle Antonina Pullara denuncia la situazione di difficoltà in cui vengono a trovarsi le famiglie del territorio empedoclino che hanno figli con disabilità accertata e che non hanno ancora avuto risposta circa l’assistenza che spetta ai bambini disabili nonostante l’imminente inizio del nuovo anno scolastico.

Di Caro: "Negata l'assistenza per molti studenti disabili, i Comuni agiscano"

"Trovo assurdo che sia stato proprio l’onorevole Di Caro, deputato regionale del M5S ad aver evidenziato la non operatività dei comuni, i quali non garantiscono il servizio di assistenza all’autonomia e alla comunicazione per gli alunni disabili. E questo perché in primis il Comune di Porto Empedocle, a guida Movimento 5 Stelle, non si è ancora attivato. Come ribadito dal deputato - spiega ancora Pullara -, l’Asacom è un servizio essenziale che deve essere garantito per agli alunni che necessitano oltre che di sostegno didattico di assistenza per l’autonomia e comunicazione. È un diritto inappellabile e indipendentemente dalla situazione economica comunale è compito dell’amministrazione comunale battere i pugni o trovare il modo per assicurare un diritto costituzionalmente garantito".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ad oggi, denuncia la consigliera, il Comune non avrebbe ancora risposto alle richieste di aiuto dei cittadini. "Il sindaco, che ha oggi le deleghe a istruzione e solidarità - si chiede Pullara - si è attivato per risolvere questa problematica? Ha avviato una interlocuzione con la Regione e con i sindaci del Distretto socio sanitario per riuscire a garantire un servizio obbligatorio per legge?".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane torna da Malta e risulta positivo al Covid, emigrato sabettese ricoverato a Malattie infettive

  • Da Covid-free a incubo contagi, 6 gli ammalati: tutti tornati da Malta, Romania, Belgio e Lombardia

  • Temporali in arrivo, diramata una nuova allerta meteo "gialla"

  • Disoccupato 37enne si toglie la vita, i carabinieri avviano le indagini

  • Torna da Malta e risulta positivo al Covid: nuovo contagio a Porto Empedocle

  • Immigrati ballano nudi sul balcone di casa, agrigentini esasperati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento