Martedì, 18 Maggio 2021
Politica

Porto Empedocle, il presidente del Consiglio comunale restituisce parte dello stipendio

Gesto di responsabilità da parte di Marilù Caci, alla luce della grave situazione economica in cui versa l'ente

Marilù Caci

Il presidente del Consiglio comunale di Porto Empedocle, Marilù Caci, restituisce al Comune il 30 per cento del proprio emolumento, al netto delle decurtazioni dovute alla violazione del patto di stabilità, come dichiarato in una precedente deliberazione consiliare.

"La grave situazione economica in cui versa il Comune - fa sapere Caci - impone a noi amministratori non solo un'assoluta dedizione nell'esercizio del nostro mandato, ma la necessità di una presa di coscienza concreta e tangibile per i nostri cittadini. Oggi il mio contributo economico non ha certo la pretesa di risolvere le gravi problematiche finanziarie in cui versa l'ente ma, unitamente ad un lavoro che quotidianamente esercitiamo in seno all'Ufficio di presidenza con dedizione e spirito di servizio, è il mio modo personale per contribuire in maniera concreta ad un progetto di ripresa e di rilancio del nostro Comune". 

Il presidente del Consiglio comunale ha chiesto, inoltre, agli uffici finanziari "di costituire sin d'ora un fondo riservandomi di comunicare, in tempi brevi, la destinazione ultima che non potrà non tener conto delle necessità primarie della città e dei cittadini".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto Empedocle, il presidente del Consiglio comunale restituisce parte dello stipendio

AgrigentoNotizie è in caricamento