Marilù Caci aderisce all'associazione presidenti e amministratrici intercomunali

Il presidente del consiglio comunale di Porto Empedocle: "Noi donne siamo brave mediatrici e, sicuramente, la diversa provenienza politica non sarà motivo di scontro, anzi darà maggior valore agli scopi che vogliamo raggiungere"

Marilù Caci

Il presidente del consiglio comunale di Porto Empedocle, Marilù Caci, aderisce ad APeAI (Associazione presidenti e amministratrici intercomunali). Una nuova associazione nella quale donne, professioniste e politiche si incontrano e confrontano, anche se appartenenti a partiti diversi.

“Siamo insieme per il bene comune, vogliamo valorizzare il ruolo della donna nella società, attraverso la realizzazione di una rappresentanza paritaria in politica. Intendiamo combattere le discriminazioni di ruolo, attraverso incontri, convegni e formazione. Mi sono subito trovata in sintonia con la presidente dell’associazione Lucia Rapisarda, presidente del consiglio comunale di Aci Sant’Antonio, e con le altre componenti, tutte capaci e con tanta voglia di fare.
Noi donne siamo brave mediatrici e, sicuramente, la diversa provenienza politica non sarà motivo di scontro, anzi darà maggior valore agli scopi che vogliamo raggiungere. Speriamo nel “Buon Governo” e puntiamo sui valori, sulla responsabilità e sull’ascolto. Insieme lavoreremo, per far sì che potere sia sinonimo di “poter fare”, grazie anche all’esempio di donne, che hanno fatto la storia della politica italiana, come Nilde Iotti e Tina Anselmi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, traffico di droga e politica: scatta l'operazione "Oro bianco": 12 arresti, ecco i nomi

  • Il Coronavirus fa paura: Licata +26 contagiati, altri 30 positivi a Ravanusa, 10 a Favara, 9 a Montevago e 7 a Sambuca

  • Fiumi di droga, estorsioni, minacce e il "braccetto" con la politica: ecco i dettagli dell'operazione "Oro bianco"

  • Scontro fra due auto nella zona industriale, muore impiegata 62enne

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore (+79 in provincia): la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Il ruolo dei pentiti nell'inchiesta "Oro bianco", Quaranta e Cacciatore: "Ecco le famiglieddre"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento