menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una veduta della via Roma di Porto Empedocle

Una veduta della via Roma di Porto Empedocle

Nuovo centro d'accoglienza a Porto Empedocle? I 5 Stelle al fianco dei commercianti

Salvatore Ersini e Morena Cortelli: "Vogliamo che l'accoglienza non rappresenti per qualcuno un business. Una comunità alloggio con all'interno più di 70 persone porterebbe tensioni sociali"

Nuovo centro d'accoglienza alle spalle di via Roma a Porto Empedocle? I consiglieri comunali del movimento 5 stelle Salvatore Ersini e Morena Cortelli, si schierano al fianco, garantendo il loro attivo sostegno, a tutti i commercianti del centro storico, i quali hanno già manifestato le loro perplessità. 

LEGGI ANCHE: I commercianti firmano una petizione: "No al centro d'accoglienza"

"Noi consiglieri seppur lontani da qualsiasi logica razzista o di chiusura culturale, ci rendiamo conto che in una città come Porto Empedocle, martoriata da un punto di vista economico e che vive attualmente di turismo, che incrementa vertiginosamente solo nel periodo estivo, - hanno scritto i consiglieri Ersini e Cortelli - la convivenza tra commercio, sviluppo turistico e immigrazione deve assolutamente seguire delle linee logiche. Porto Empedocle può e deve accogliere una quota di migranti, ma in numero tale da permettere l'integrazione e non costituisca pericolo per l'ordine e la sicurezza pubblica. Noi consiglieri del m5s, vogliamo che l'accoglienza non rappresenti per qualcuno un business - hanno spiegato - . Facciamo presente pertanto alle istituzioni che una comunità alloggio con all'interno più di 70 persone porterebbe nella città marinara una tensione sociale altissima, difficile da gestire per le esigue unità di forza pubblica sul territorio. Ed inoltre vogliamo evitare che una tale ondata di migranti, sommata a quelli che Porto Empedocle già accoglie, porti a fenomeni di razzismo violento, anche se siamo certi del gran cuore degli empedoclini, non possiamo correre alcun rischio. Invitiamo pertanto tutte le autorità preposte a vigilare sulla suddetta situazione e a valutare l'adozione di tutte le misure idonee per garantire l'ordine pubblico e la sicurezza pubblica". 

VEDI IL VIDEO: Il sindaco Ida Carmina: "Evitiamo tensioni sociali" 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento