menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Licata, intervento del candidato sindaco Galanti su lavori rete idrica

Il candidato a sindaco della città di Licata, Pino Galanti, ha voluto esprimere "soddisfazione per i lavori di ripristino della rete idrica nella zona a nord del Rettifilo Garibaldi" ma interviene anche sulle "modalità che il Gestore unico sta utilizzando per l' esecuzione di questi lavori"

Il candidato a  sindaco della città di Licata, Pino Galanti, ha voluto esprimere "soddisfazione per i lavori di ripristino della rete idrica nella zona a nord del Rettifilo Garibaldi, che vedono finalmente in esecuzione uno dei tanti progetti del piano d’Ambito che ci riguarda, non può chiudere gli occhi davanti alle modalità che il Gestore unico sta utilizzando per l’ esecuzione di questi lavori. Contestiamo in maniera energica il modo di procedere, che lascia per settimane le strade interessate in uno stato di precarietà che crea disagi e rischi per l’ incolumità dei cittadini. Non è tollerabile che sostituite le condotte e ritombati gli scavi con terriccio, gli stessi si lascino per settimane e settimane in quello stato, che con la presenza di pioggia battente crea dei pantani e delle strade così viscide da farci preoccupare per l’ incolumità per chi vi transita".

Galanti ha, quindi chiesto una maggiore celerità nell’ esecuzione del lavoro a regola d’arte.

"Non vogliamo essere considerati intransigenti se anche questo evento consideriamo addebitabile a chi ci ha “regalato” questo commissariamento per ragioni che deprechiamo ancora oggi e, ancor di più, che questo evento venga deliberatamente oscurato, quasi fosse stato determinato da un destino avverso e non da una sciagurata decisione dettata da oscuri motivi sicuramente non riconducibili ad altruismo e a tutela degli interessi dei cittadini di Licata - prosegue il candidato -. Il colmo è che poi con altrettanta arroganza , la giovane controfigura, si presenti in trasmissioni televisive a magnificare l’operato di un’amministrazione che ha portato danni di immagine ed amministrativi ad una città già provata da altri anni di cattiva amministrazione precedente. Si dovrebbe provare solo vergogna ed utilizzare un minimo di pudore ed invece ancora arroganza e solo arroganza. Che tristezza!", conclude Galanti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento