rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Il caso

Perso il finanziamento per la rete idrica, la Dc: "Disastro annunciato"

I consiglieri di aula Sollano: "La stagione estiva è gravemente compromessa, saremo capitale della cultura senz'acqua"

Il piano triennale delle opere pubbliche 2024-2026 certifica la perdita del finanziamento per la rete idrica. I consiglieri della Democrazia cristiana accusano l'amministrazione di "immobilismo e incapacità".

Dossier, la nuova rete idrica ostaggio della burocrazia

I consiglieri comunali della Democrazia cristiana, Roberta Zicari, Pietro Vitellaro, Pasquale Spataro e Alessia Bongiovì attaccano il sindaco Franco Miccichè: "Deve dire qualcosa su questo fallimento, battersi per la riprogrammazione del finanziamento. Lui rappresenta la città, deve andare a Palermo a battere i pugni. A oggi il nostro voto sul piano sarà negativo".

I consiglieri aggiungono: "La stagione estiva è gravemente compromessa come anche la vita quotidiana degli agrigentini. Manca l'acqua e siamo al mese di maggio, cosa faremo ad agosto? Se non si riattiva il dissalatore di Porto Empedocle immediatamente a breve non potremo lavarci. Servono circa 10 milioni di euro, subito. Che il sindaco, in rappresentanza della città, li trovi. Saremo capitale della cultura, senza acqua sarebbe veramente la cronaca di un disastro annunciato". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perso il finanziamento per la rete idrica, la Dc: "Disastro annunciato"

AgrigentoNotizie è in caricamento