Mercoledì, 28 Luglio 2021
Politica

I pericoli del web per i minorenni, Annalisa Tardino: "Nuovi strumenti per identificare chi commette abusi"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

"Un passo in avanti importante su un tema che sta a cuore a tutti noi, la sicurezza dei nostri bambini online. Lo stiamo facendo con un messaggio forte e chiaro a tutti coloro che sfruttano il gioco e i social media per approfittarsi dei minori sul web: per noi non ci può essere spazio alcuno per l’impunità. La lotta contro gli abusi sessuali online sarà oggi dotata di strumenti in grado di identificarli e assicurarli alla giustizia. La deroga alla e-privacy è un risultato fondamentale per riprendere l’attività di monitoraggio da parte dei fornitori di servizi elettronici al fine di combattere l’adescamento di minori a scopo sessuale sul web. Un reato odioso contro il quale decidere rapidamente era nostro dovere come politici e come cittadini, tenendo ben presente l’importanza della tutela della privacy, per la quale il provvedimento fornisce le opportune garanzie. I predatori sessuali devono stare lontani dai nostri figli: su questo, almeno, l’Europa deve essere unita e determinata".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I pericoli del web per i minorenni, Annalisa Tardino: "Nuovi strumenti per identificare chi commette abusi"

AgrigentoNotizie è in caricamento