Politica

L'Italia è campione d'Europa e il sindaco festeggia sul carro, Malluzzo: "Nessun rispetto per le norme Covid"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Qui non si contesta l’esultanza, ovvia, per il fatto che l’Italia abbia conquistato il titolo di campione d’Europa (emozione grandissima), ma la mancanza netta del buon esempio che un’istituzione dovrebbe dare, nel caso concreto, da primo cittadino! Quello che vedete in foto, infatti, è il Sindaco della città, Stefano Castellino, su di un camion alla stregua di un “Radamès” che entra trionfante, in Egitto, sul carro, nella tipica scena di “Aida” di Giuseppe Verdi (certo due contesti totalmente diversi); tutto accade senza il ben che minimo rispetto - lui che è chiamato a controllarne il rispetto, appunto, da autorità sanitaria locale, oltre che da pubblico ufficiale - delle misure di contenimento “anti-covid 19” (che, purtroppo, non sono state ancora abrogate del tutto). La cosa che mi colpisce, ma non mi meraviglia, è che lo stesso Sindaco che vedete urlare e tenere una finta coppa, nell’aggiornaci sull’andamento epidemiologico con i suoi bollettini, “ordina” alla popolazione il rispetto, dovuto e giusto, delle misure impartite denunciando pubblicamente comportamenti “assurdi” ed “irresponsabili”. Mi chiedo, questa sua condotta a quale dei due aggettivi potrebbe risultare ascrivibile? Sulla base dell’ultimo aggiornamento (sempre da lui stesso dato), tra l’altro, ci veniva comunicato un aumento considerevole di positivi pari a 17 e con tamponi non ancora esitati, ma in corso di analisi, per un totale di 43 positivi. Un’immagine raccapricciante quella messa in atto, ieri sera, dal Sindaco e che non può essere presa d’esempio; invero rappresenta la prova concreta di chi predica bene, ma razzola male (“Video meliora proboque, deteriora sequor”, direbbero i latini). Questa non è la sola volta che ci “allieta”, il Sindaco, di queste sceneggiate in tempo di pandemia. Ricordo, infatti, il momento della sanificazione della città, dove, anche lì, in barba a tutte le misure di contenimento, ancora più stringenti di adesso, salì nuovamente su un mezzo agricolo facendosi il giro della città. 

Ai cittadini dico di mantenere la prudenza di sempre, perché la pandemia non è finita e di continuare a rispettare le minime regole di contenimento dal virus, soprattuto in circostanze nelle quali si possano creare assembramenti. Vacciniamoci! Il resto si commenta da sé. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Italia è campione d'Europa e il sindaco festeggia sul carro, Malluzzo: "Nessun rispetto per le norme Covid"

AgrigentoNotizie è in caricamento