Palma, caso Santoro: Castellino incontra il M5s per ricucire lo strappo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Dopo le dimissioni del consigliere comunale del M5S, Santoro Castronovo, in polemica con il sindaco Castellino e con il suo stesso movimento, il primo cittadino ha incontrato il portavoce Meetup del luogo, Martino Falsone e il neoconsigliere comunale Massimo Amato che è subentrato proprio a Castronovo.

Oggetto dell'incontro un sano confronto, nel rispetto dei ruoli, sullo sviluppo della città del Gattipardo e sulle future progettazioni, nonché sulla possibilità di interessare il Governo nazionale su alcune specificihe istanze del territorio palmese.

"Un incontro - dice il sindaco Castellino - molto interessante dove non sono state posizionate bandiere, il principale obiettivo che ci siamo prefissati è quello della crescita di Palma di Montechiaro. Fin dal mio insediamento ho ribadito che ho intenzione di collaborare con tutti i partiti e movimenti presenti in consiglio comunale perché solo in questo modo possiamo far compiere alla nostra comunità il salto di qualità, solo in questo modo, con la massima collaborazione, possiamo riportare Palma ai fasti di un tempo".

Nel corso dell'incontro è stata anche affrontata la questione relativa al reddito di cittadinanza. Il sindaco Castellino già da tempo ha avuto modo di ribadire che i percettori di questa misura, non appena comincerà la seconda fase, dovranno, se non troveranno una occupazione, lavorare per alcune ore alla settimana per conto del Comune nelle mansioni più disparate. Anche in questo senso, c'è stata la massima collaborazione da parte del Movimento 5 Stelle.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento