Contagi da Covid 19 negli ospedali agrigentini, Pullara: "Situazione preoccupante"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Aumenta il numero dei contagi da Covid e la situazione all'interno dei nosocomi agrigentini desta grande preoccupazione. Occorre intervenire. Chiederò alla direzione dell'Asp un incontro e un sopralluogo in tutte le strutture ospedaliere della provincia ".

Lo sostiene il Vice Presidente della Commissione Sanità all'Ars, On. Carmelo Pullara.

"Analizzando oggi il quadro epidemiologico in provincia di Agrigento -dichiara Pullara- ci si rende conto di quanto grave e preoccupante sia la situazione attuale. Grande apprensione e preoccupazione desta il numero dei contagi all'interno dei nosocomi della provincia di Agrigento. Mi riferisco in particolar modo agli ospedali "Barone Lombardo di Canicatti'” e "San Giovanni Di Dio" di Agrigento. Nei giorni scorsi la direzione dell'ospedale di Agrigento  ha comunicato che, dall'inizio del mese di novembre, all'ospedale di Agrigento, sono stati individuati 16 casi di  positività al Covid tra medici e infermieri(sul totale di circa 850 dipendenti). All'ospedale di Canicattì-aggiunge Pullara-,in seguito ai casi di positività di 2 medici, altrettanti infermieri e un operatore socio sanitario, è stato chiuso il reparto di pediatria  e in seguito anche il servizio di farmacia. Dall'esterno si ha la sensazione che qualcosa nei percorsi Covid  no-covid non funzioni, ovvero di carenza di DPI. Tali fatti-conclude Pullara-sono assolutamente gravi e meritano approfondimento. Pertanto Chiederò alla direzione strategica dell'Asp di Agrigento un incontro ed eventualmente una relazione scritta oltre all'effettuazione di eventuale sopralluogo".

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento