Piscina riabilitativa usata come deposito, Di Caro: "E' uno scandalo, il governo intervenga"

Interrogazione del deputato regionale: "E' assurdo che una struttura del genere sia ancora chiusa"

Giovanni Di Caro

“L’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento ha una piscina riabilitativa che potrebbe essere tra le migliori strutture d’Italia ma invece è chiusa e usata come deposito materiale. Uno scandalo in piena regola, se si considera la mole di pazienti che potrebbero utilizzarla per la riabilitazione psico-motoria attraverso l'idroterapia. L’assessore Razza intervenga prontamente per l’apertura”.

A denunciarlo è il deputato regionale del Movimento 5 Stelle, Giovanni Di Caro, primo firmatario di una interrogazione al governo Regionale a nome del gruppo M5S all’Ars in cui si chiedono interventi urgenti per l’apertura della piscina riabilitativa dell’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Riteniamo un'assurdità - spiega Di Caro - che una struttura del genere sia ancora chiusa e non fruibile dai numerosi pazienti che potrebbero fare idroterapia provenienti da tutta la Sicilia. Peraltro partendo dalle ultime ricerche di neuroscienza e dall'importanza di un percorso riabilitativo, risulta indispensabile il bisogno di sperimentare ed approfondire l’efficacia degli interventi in ambiente arricchito come l’ambiente acquatico, inserendosi pienamente all'interno della rete interdisciplinare riabilitativa che ruota intorno al bambino e alla famiglia. Non comprendiamo quindi la ratio, secondo la quale, una struttura del genere, possa essere tenuta chiusa e perdipiù usata come magazzino. Chiedo quindi all'assessore Ruggero Razza - conclude Di Caro - come intenda garantire il ripristino della completa assistenza sanitaria, peraltro finanziata dai contribuenti, in favore di tutti i cittadini”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Orrore nel Messinese, strangolata e uccisa una studentessa di Favara

  • Favara saluta Lorena con i lenzuoli bianchi, i familiari del presunto omicida: "Persa una figlia"

  • Aveva febbre e diarrea: morto un ghanese 20enne, scatta il protocollo sanitario per Covid-19

  • L'epidemia da Coronavirus si allarga: primi contagiati a Naro e Ravanusa

  • Coronavirus, l'università: "Calo dei contagi, l'epidemia in Sicilia finirà prima che altrove"

  • L'omicidio di Furci Siculo, l'assassino di Lorena ai carabinieri: "Non so perché l'ho fatto"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento