Nuovi orari di pub e locali, Nuccia Palermo: "Danneggiati i commercianti"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

"Non solo questa città pecca di non avere alcuna programmazione culturale, turistica ed economica ma adesso oltre al danno anche la beffa. Questa amministrazione, così facendo, rischia di danneggiare irreversibilmente il settore economico di questa città". Il Capogruppo di Sicilia Futura, Nuccia Palermo, esprime netta contrarietà rispetto alla restrittiva ordinanza sindacale n. 283 del 21 novembre u.s. avente come oggetto la regolamentazione degli orari di chiusura dei pubblici esercizi e delle attività di svago.

"Più che un Buongiorno Agrigento, slogan elettorale che nei primissimi giorni di amministrazione aveva tappezzato la città, ci sembrerebbe ormai decretato un non buon augurante Sogni D'oro Agrigento - commenta il Capogruppo di Sicilia Futura, Nuccia Palermo - Ci sembra assurdo continuare su di una scia che affossa gli esercenti che alla fine sono gli stessi dai quali chiediamo il pagamento dei tributi che sostengono il nostro Ente".

"Il Sindaco Firetto si fermi immediatamente e ritorni a dialogare con la città  - afferma il Capogruppo Palermo - Questa rischia di diventare una politica del massacro economico della nostra città. Non possiamo e non dobbiamo permettere che le ultime attività rimaste chiudano a causa di erronee scelte. Ed Un ulteriore appello lo facciamo alla maggioranza che appoggia Firetto, per lo più formata da avvocati e liberi professionisti, chiedendo loro di sensibilizzare l'amministrazione sulle esigenze dei commercianti che giornalmente lottano contro l'incertezza dell'incasso quotidiano".

"Il problema non rimarrà inchiodato ad un mero dibattito mediatico - conclude Nuccia Palermo - ma ci faremo promotori di portare la grave problematica in sede consiliare".

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento