rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Politica

Pullara: "Non assistiamo inermi alla mala gestio delle opere pubbliche"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Non possiamo assistere inermi innanzi all’ennesima mala gestio delle opere pubbliche in Sicilia, non possiamo che invocare un duro intervento del Governo regionale presso lo Stato e l’ANAS perché si ristabiliscano le corrette procedure. Il caso della CMC, impresa a cui sono affidati i lavori per la superstrada 640 Agrigento – Caltanissetta, rappresenta sicuramente uno dei peggiori percorsi burocratici – amministrativi degli ultimi anni, non è consentibile che ANAS non versi alle ditte quanto dovuto nonostante il perfetto stato di avanzamento delle opere e relegando al crack finanziario non solo l’impresa principale ma tutti gli affidatari coinvolti nell’esecuzione dell’opera, attori quest’ultimi a subire la vara mannaia non avendo assoluti mezzi di sostentamento alternativi. Abbiamo il dovere morale oltre che politico di intervenire a difesa dei legittimi interessi delle imprese anche per scongiurare l’ennesima incompiuta ma ancor prima per salvaguardare quel residuale tessuto imprenditoriale locale, gli affidatari, che oltre ad essere già ampiamente penalizzati dalla crisi economica e di settore, sono i veri e maggiormente colpiti da questa paradossale situazione. Un appello convinto al Governo regionale perché si faccia rapido interlocutore presso lo Stato per advenire ad una soluzione che veda ANAS rispettare i termini contrattuali con la CMC e che metta in sicurezza lo stato di un’opera fondamentale per la viabilità regionale e che dia serenità ai molteplici affidatari impegnati nell’indotto dell’opera.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pullara: "Non assistiamo inermi alla mala gestio delle opere pubbliche"

AgrigentoNotizie è in caricamento