menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nuccia Palermo

Nuccia Palermo

Bilancio al Comune, Nuccia Palermo: "Se ne discuta in Consiglio"

Il capogruppo del Pdr (Sicilia Futura) di Agrigento ha inviato all'ufficio di Presidenza dell'Ente, formale richiesta di inserimento all'ordine del giorno della trattazione del piano in pubblica assise

Il capogruppo del Pdr (Sicilia Futura) di Agrigento, Nuccia Palermo, ha inviato all’ufficio di Presidenza del Comune di Agrigento formale richiesta di inserimento all'ordine del giorno della trattazione in pubblica assise della reale situazione economico-finanziaria dell’Ente.

“Non è possibile – commenta il Capogruppo Palermo – assistere ancora una volta ad un botta e risposta, tra la commissione Bilancio e l’assessore Amico, senza chiedere a gran voce di trasferire il dibattito nell’aula ufficiale del palazzo dei Giganti. E’ giusto dare risposte chiare all’intera assise ma soprattutto è giusto che la città sappia come questo ente viene amministrato. Non possiamo far finta di non sapere che la vicina Porto Empedocle naviga in acque più che tormentate e non possiamo dimenticare che ad essa ci accomuna la stessa gestione e quindi lo stesso primo cittadino. La ribellione della Commissione Bilancio, interamente di maggioranza, all’operato dell’assessore Amico che ad oggi dovrebbero sostenere, non fa altro – insiste Nuccia Palermo – che allarmarci sulla strada percorsa da questa amministrazione visto che la stessa maggioranza non sembra nutrire alcuna fiducia su quanto fatto. Chiediamo, dunque, che si sposti il luogo del dibattito portandolo in seno ad aula Sollano – afferma ancora il capogruppo di Sicilia Futura – luogo naturale del confronto politico. Chiediamo, come si evince dall’ordine del giorno appena protocollato, che le domande alle quali l’assessore non ha risposto in commissione bilancio vengano affrontate e riportate in seduta consiliare al fine che sia l’assise tutta a partecipare all’eventuale dibattito. Siamo contenti, infine – conclude Nuccia Palermo – che nel caso in cui il documento contabile non venisse approvato, documento che ormai per consuetudine viene portato sul gong della scadenza ultima, questa volta a cadere non sia solo il consiglio ma anche la giunta con in testa il sindaco Firetto. Il bilancio non è altro che il cuore dell’ente ed è doveroso consentire al consigliere, senza distinzione tra maggioranza ed opposizione, di conoscere, vigilare ed indirizzare le somme all’interno riportate”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento