Covid-19, Cimino scrive a Razza: "Accelerare le procedure di screening"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

La deputata del Movimento 5 Stelle, Rosalba Cimino scrive all’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza, e al prefetto di Agrigento Mariarita Cocciufa e al direttore dell’Asp di Agrigento, Alessandro Mazzara sulle problematiche legate all’istruzione e alla situazione delle scuole in Sicilia: “Ho fatto presente all’assessore la problematica inerente ai gravi e reiterati ritardi nella procedura prevista per l’effettuazione dei test per Sars- Cov-2, in ambito scolastico, che si sono registrati negli ultimi giorni nella Regione Sicilia, ed in particolare nella provincia di Agrigento – dice il deputato, componente della commissione Cultura e istruzione”.

Nella missiva destinata all’assessore, il deputato scrive: “A seguito delle numerose segnalazioni pervenute dalla cittadinanza, è emerso che  l’aumento vertiginoso dei contagi, sta avendo pesanti ripercussioni sull’intero sistema di screening nelle scuole, provocando eccessivi ritardi non soltanto nel tempo trascorso dall’insorgenza dei sintomi e l’esecuzione del test diagnostico, riconducibili anche alla pressione subita dalle strutture sanitarie, ma anche nel tempo trascorso in media dalla prescrizione del test alla comunicazione del risultato. Sono sempre di più difatti, i casi in cui l’isolamento delle classi dove si sono verificati casi positivi, viene comunicato ufficialmente molti giorni dopo, anche dieci, rispetto al momento in cui l’alunno o il docente contagiati, hanno iniziato ad accusare i primi sintomi, cioè quando tecnicamente la quarantena dovrebbe essersi quasi conclusa”.  

Per questi motivi l’assessore chiede all’assessore quali provvedimenti si ritiene opportuno adottare in relazione alla situazione descritta in premessa, al fine di velocizzare la procedura suddetta e garantire un’efficace tutela del diritto alla salute di alunni e docenti. 

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento