Servizio di igiene ambientale in crisi, il M5S: "Provvidenza non si interessa del problema"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Nei mesi scorsi il gruppo consiliare del m5s con la portavoce alla camera dei deputati, Rosalba Cimino, hanno seguito con apprensione il problema del ritardo nel pagamento degli stipendi dei lavoratori operanti nel servizio di spazzamento e raccolta rifiuti. 

Problema che, come già affermato, rischia di essere un campanello d’allarme per l’intero sistema di raccolta rifiuti in provincia.

A Grotte, già dal primo mese di servizio, la crisi di liquidità del Comune ha impedito di fatto il pagamento delle fatture alla RTI Iseda s.r.l.: gli operai hanno lavorato per quasi tre mesi senza percepire lo stipendio. Risale al 29 novembre 2019 l’approvazione della mozione consiliare proposta dal M5S sul servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti urbani.

La stessa, impegnava sindaco e giunta ad istituire un tavolo tecnico al fine di valutare la possibilità di un recesso unilaterale del contratto con la società RTI iseda srl, tenendo conto della relativa penale, e conseguentemente valutare un eventuale affidamento in house del servizio essenziale di raccolta rifiuti; valutare l’esistenza di altri sistemi dimensionati, proporzionati ed adeguati al fabbisogno e capacità di spesa. Dunque, Un tavolo tecnico quale Sede dove affrontare  gli aspetti tecnici dell’attuale sistema dei rifiuti. Con stupore ed incredulità apprendiamo della pubblicazione di un avviso dell’amministrazione che “invita i cittadini interessati, in possesso di adeguate conoscenze tecnico/professionali, a manifestare, presso l’ufficio di segreteria, entro il 28 febbraio 2020, la propria disponibilità a far parte del predetto Tavolo Tecnico”.

Trascorsi ben 2 mesi dall’approvazione della mozione consiliare il Sindaco pro tempore Alfonso Provvidenza e l’amministrazione, notoriamente “qualificata e competente” - che percepisce il massimo dell’indennità prevista dalla legge - chiedono la partecipazione dei cittadini, ovviamente a titolo gratuito. Se il MoVimento 5 Stelle continua a  dimostrare per l’ennesima volta senso di responsabilità, lo stesso non si può dire dell’attuale amministrazione che inspiegabilmente ha lasciato trascorrere troppo tempo e l’unico atto prodotto è un avviso che riteniamo poco utile e non efficace.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento