M5S contro Nicastro: "Scarica sempre le colpe su altri"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Caro primo cittadino, ci eravamo seriamente preoccupati della sua totale assenza. In giro la cittadinanza non fa che chiedere di lei : “ma questo sindaco, c'è? Non c'è? Che fa?”. Noi abbiamo sempre risposto che conciliare il ruolo di imprenditore con quello di primo cittadino, non è sempre facile, e così, al secondo ruolo non resta che poco tempo. Dispiace però che il “ritorno da Chi l'ha visto” avvenga con così tante inesattezze e con limitato senso di responsabilità. Non fa altro, infatti, che scaricare le proprie responsabilità, incapacità e inadempienze sugli altri. Strategia che utilizza puntualmente come risposta ad ogni nostra interrogazione: “È sempre colpa degli altri!”.
Procediamo con ordine. Scarica le colpe della situazione stradale provinciale, che interessa il territorio castelterminese, al Governo nazionale (in carica da 7 mesi). Premesso che siamo i primi a sollecitare i nostri rappresentanti nazionali affinché diano una mano a questa martoriata Regione e al suo sistema stradale provinciale che fa acqua da tutte le parti, trovando quindi risorse e soluzioni che la politica e i governi regionali (che da decenni si succedono) non hanno mai trovato o peggio ancora mal utilizzato. Lei che si vanta di discendere da origini politiche tradizionali e gloriose, queste cose dovrebbe ben saperle. Ciò premesso che colpe ha il Governo nazionale in strade di competenza della provincia e, al massimo, della Regione? La SP 20 e la SP 22 - “stazione Acquaviva” e “Cozzo Disi” per intenderci - sono ufficialmente chiuse da diversi anni, la prima addirittura da quasi un decennio (il M5s non era nemmeno in Parlamento). Strade ugualmente percorse, per “necessità”, con immani rischi. Ma Lei ovviamente queste cose non le sa o fa finta di non saperle.
Il ripristino di tutte e due le strade risulterebbe, e da tempo, finanziato, eppure ad oggi nessun lavoro è ancora iniziato, né esisterebbe un contratto in essere. Oltre a proclami elettorali e ad articoli a mezzo stampa che davano per imminenti l';inizio dei lavori, cosa avete concretamente fatto? Avete mai chiesto e sollecitato gli organi competenti? Ah già, è colpa del M5s e del Governo. Per quanto concerne invece la situazione delle strade comunali, vorremmo capire cosa c'entri “Roma”. Casteltermini non è più un paese con una viabilità normale, bensì prossima ai territori usciti da una dura guerra. Ma ovviamente Lei queste cose non le vede, o fa finta di non vederle.
Purtroppo è facile scaricare sugli altri le proprie responsabilità e le proprie incapacità amministrative: come quando decidevate di spendere i soldi dei cittadini per acquistare uno strumento (probabilmente) inutile come il bilico per la pesatura dei rifiuti, non tenendo minimamente conto dei nostri suggerimenti in cui vi dicevamo di destinare quelle risorse per le strade comunali. Dispiace pure che non abbia avuto modo e tempo di leggere tutti gli atti presentati dal gruppo consiliare di opposizione. Non ci ha mai fornito adeguate e puntuali risposte, ma eravamo convinti che li avesse almeno letti. Vi sono, ad esempio, diverse mozioni che sono state approvate anche dai consiglieri che sorreggono questa amministrazione e che attendono da svariati mesi di essere realizzate. Era nostra anche la mozione sui rifiuti, non sappiamo se la ricorda, tema che rappresenta in pieno il fallimento dell'amministrazione che lei presiede. Ma se volesse leggerle non avremmo problemi a ripresentarle. Basta chiedere ed evitare magre figure. Caro sindaco Nicastro, su una cosa concordiamo con lei, è il sindaco dei fatti: i problemi e i bisogni dei cittadini, infatti, lei preferisce eluderli, anziché affrontarli e risolverli. Sono fatti e pure conclamati! A differenza del Governo nazionale, a maggioranza M5s, che invece risponde con i fatti alle promesse elettorali. Lo stesso Governo che, attraverso la legge di bilancio appena approvata dal Parlamento, ha destinato 2 milioni e 300 mila euro ai piccoli e medi Comuni della provincia agrigentina per la messa in sicurezza di scuole, strade ed edifici comunali. 70
mila euro andranno a Casteltermini. Risorse indubbiamente utili e che non andrebbero sprecate.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento