Lunedì, 27 Settembre 2021
Politica

La fiducia al Governo Draghi fa una "vittima" eccellente: Michele Sodano fuori dal M5S

Il deputato agrigentino si era astenuto dal sostegno al nuovo esecutivo ed è stato escluso dal gruppo parlamentare

Il deputato agrigentino Michele Sodano non è più parte del Movimento 5 Stelle. A deciderlo, con una nota, è stato lo Stesso M5S con una nota firmata dal deputato Davile Crippa in seguito all'astensione, al momento del voto della fiducia al Governo Draghi alla camera del parlamentare.

"Caro Michele - dice la lettera - l'attività del gruppo è informata ai principi di partecipazione, trasparenza, responsabilità, nell'ambito della leale collaborazione tra i suoi componenti. Dal resoconto della seduta risulta che tu abbia votato in difformità dal Gruppo in occasione della mozione di fiducia al Governo. Tale fatto, oltre a denotare il mancato rispetto delle decisioni assunte dagli iscritti con la votazione in rete, e, conseguentemente degli organi del Movimento, pregiudica l'immagine e l'azione politica del Gruppo parlamentare".

Quindi, "su indicazione del capo politico dispongo - la tua immediata espulsione dal gruppo parlamentare del Movimento 5 Stelle, senza ratifica degli iscritti".

Le voci si erano inseguite fin da ieri sera, e l'incertezza aveva regnato sovrana soprattutto perché, dentro il Movimento 5 Stelle, non apparivano univoche le scelte rispetto a chi non avesse votato la fiducia al Governo Draghi. L'idea iniziale, infatti, era di "cacciare" solo coloro che si fossero esposti con un voto contrario, poi, poco dopo, si è chiarito che era da considerarsi un "No" anche l'astensione o l'uscita dall'aula. "Sì" alla fiducia hanno votato i deputati Perconti e Cimino.

Il parlamentare, del resto, era stato chiaro sui social: "Fiducia a Draghi solo se su giustizia e ambiente non si faranno passi indietro. Sia Forza Italia che Lega hanno dichiarato, negli interventi precedenti al mio - diceva -, che "la riforma della prescrizione deve essere bloccata", che "lo stupido ambientalismo dei 5 Stelle non può fermare il Paese". Senza garanzie, a queste condizioni l'Italia del domani non può starci".

Nel tardo pomeriggio Michele Sodano ha affidato ai social una lunga riflessione. "Con la mia astensione al primo voto di fiducia ho fatto un errore? Si, no? Forse si? Forse no? - scrive -. E' vero non ho rispettato il quesito di Rousseau, a cui io stesso ho votato Si, ma onestamente immaginavo che uscisse uno scenario diverso dalle contrattazioni per formare il nuovo governo, lo ammetto. Dai migliaia di feedback ricevuti, mi sembra di capire che la mia è stata una scelta compresa dai cittadini e dalla nostra base, che ha un suo perché. Nella mia dichiarazione di voto ho detto chiaramente che sono pronto a confermare ogni fiducia a Mario Draghi, che il mio non è un no ideologico.... Non so se ci saranno dei passi indietro rispetto a queste espulsioni, ma mi sento solo di dire un’ultima cosa. Con queste epurazioni, il Movimento 5 Stelle perde dei presidi di lotta alle mafie nei territori di tutta Italia, perde una rappresentanza bella, utile, che ha portato risultati importanti nei collegi di appartenenza. Il Movimento perde tanto e tutti noi ne soffriamo. Il Movimento è straordinario ma deve evolversi e superarsi. Deve avere una leadership forte, una visione che appassioni tutti i giovani e rafforzare la sua meritocrazia interna. E, per entrare nel tema del giorno, non può più trattare da traditori le voci in dissenso. Se fossi leader di partito riterrei addirittura strategica la presenza di correnti minoritarie, che possano far valere con più vigore i principi cardine del Movimento stesso ed evitare così che ci si appiattisca completamente in una situazione dove bisogna essere mansueti, perché si fa parte di una maggioranza troppo ampia. Il pluralismo, se garbato, elegante, sensato e sano è forza e il Movimento lo deve imparare".

(aggiornato alle 19.30)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La fiducia al Governo Draghi fa una "vittima" eccellente: Michele Sodano fuori dal M5S

AgrigentoNotizie è in caricamento