Menfi, consiglieri del Pd al sindaco: "Venuta meno la fiducia"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Il gruppo dei consiglieri del Partito Democratico di Menfi, Andrea Pellegrino, Maria Lucido e Saverio Palminteri, dopo un’attenta e profonda riflessione sull’operato di questo sindaco, con la presente, prendono atto ed esternano quanto segue.

Premesso che l’assenza nelle ultime sedute consiliare è stata un’assenza consapevole, motivata e politica, assenza non del singolo consigliere comunale, ma di tutto il gruppo consiliare unito. Da tanto tempo ormai e da diversi episodi è evidente la volontà del sindaco di non coinvolgere questo gruppo consiliare, e neanche si può intendere come coinvolgimento una mera ratifica di atti già nella loro interezza decisi e portati a semplice conoscenza.

Anche l’assessore del Pd, nella propria attività amministrativa, invece di coinvolgere i sottoscritti consiglieri, fin da subito, ha ritenuto opportuno confrontarsi e coinvolgere altri consiglieri non appartenenti al gruppo del Partito democratico. Questo modo di operare ha svuotato di significato il ruolo attivo del consigliere comunale. Il gruppo consiliare del Partito democratico non vuole condizionare l’azione del sindaco, ma essendo una forza di maggioranza che ha contribuito notevolmente come seconda lista alle elezioni del sindaco, ha pieno diritto di governare i processi amministrativi.

Governare assieme non vuol dire condizionare. Nel corso della consiliatura, più volte, a seguito di richieste anche di natura tecnica di questo gruppo consiliare il sindaco ha deciso di andare avanti e di non tenere conto delle considerazioni espresse, vedi delibera n. 70 del Consiglio comunale del 04.12.2015,  che già in quell’occasione palesava un altro asse ed altro equilibrio di maggioranza. Per quanto sopra premesso, il gruppo consiliare del Partito democratico, venuta meno la fiducia, non può che prendere le distanze dal modo di governare del sindaco, allo stesso tempo, rimarrà vigile sulla realizzazione degli obiettivi di programma elettorale sottoscritto nel 2013.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento