Lega contro Palermo: "Respingiamo le polemiche di chi, da espulso, cerca un posto al sole"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

“Avevamo deciso di ignorare gli attacchi deplorevoli mossi nelle ultime settimane dalla Sig.ra Nuccia Palermo contro la Lega, ma dopo l’ultimo, disperato, tentativo di alzare l’asticella dello scontro, per ottenere una qualche visibilità personale, ritengo che la misura sia oramai colma.

Diventa, pertanto, necessario intervenire a ristabilire la verità di questa vicenda, che se non fosse meschina, sarebbe da leggere tra le righe della famosa favola di Esopo ‘La volpe e l'uva’, che disegna il tipico agire di chi usa disprezzare le cose che non riesce a tenere o ottenere.

Solo in questo modo può spiegarsi l’iniziativa di chi in realtà, come reso noto su tutte le principali testate giornalistiche locali, già a fine Gennaio è stata espulsa dalla Lega, da cui non è volontariamente fuoriuscita, come vorrebbe fare credere.

Mi sento di condannare il comportamento di chi, in piena crisi, ha dapprima speculato sul significato di una votazione del Parlamento europeo in merito a Eurobond e Mes, e oggi ha fatto dello sciacallaggio politico screditando l’operato di un ottimo amministratore, quale è Luca Zaia, che ha dimostrato le proprie capacità e qualità sia da Ministro, che da Governatore. Il tutto attaccando la Lega Salvini Premier, di cui evidentemente fa finta di ignorare la grande attenzione rivolta al Sud, che l’ha portata oggi ad essere saldamente primo partito in Italia e a raccogliere oltre il 20 per cento dei consensi alle ultime europee in Sicilia.

Posizioni odierne della Palermo, che sono, peraltro, in pieno contrasto con quanto affermato e fatto dalla stessa solo pochi mesi fa. E per tastare la credibilità e la coerenza politica della Signora, basta scorrere a ritroso la sua pagina Facebook, e trovare post a sostegno della raccolta firme contro il MES organizzata dalla Lega lo scorso dicembre, prima di attaccare Salvini sullo stesso tema. Per non parlare del suo stesso ingresso in Lega, avvenuto successivamente a quando Zaia è stato Ministro, cosa che evidentemente non rappresentava per lei un problema allora, ma stranamente lo rappresenta oggi, a distanza di oltre 10 anni, e dopo essere stata espulsa. A voi le dovute riflessioni.

A mio avviso, quindi, niente altro che un meschino tentativo di fare disinformazione e guadagnarsi un posto al sole, sulle spalle di chi si impegna giornalmente per risolvere i problemi dei cittadini. Un tentativo che rimandiamo al mittente, proprio quella Volpe per cui l’uva è decisamente fuori portata”.

Così, il Commissario Provinciale della Lega Massimiliano Rosselli e la Lega della Provincia di Agrigento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento