Il candidato sindaco Zambuto: "Rivalutare la decisione di chiusura del santuario di San Calogero"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Il candidato sindaco di Agrigento, Marco Zambuto, interviene a seguito della diffusione del programma ufficiale della festività di San Calogero in città da parte dell'Ufficio Comunicazione dell'Arcidiocesi di Agrigento. Zambuto afferma: "Apprezzo e condivido il programma dettagliato degli eventi liturgici, ovvero le Sante Messe che saranno celebrate a cadenza costante dal 3 al 12 luglio in diretta streaming su diversi organi di trasmissione. E' invece oggettivamente molto amareggiante la decisione di chiudere al pubblico, ai devoti,  ai pellegrini, il Santuario di San Calogero nello stesso arco di tempo, dal 3 al 12 luglio.  In ragione di ciò si  prevede la presenza fissa di presidi della forze dell'ordine innanzi al Santuario. Mi chiedo: i presidi delle forze dell'ordine innanzi al Santuario non potrebbero assicurare, anzichè il rispetto della chiusura, l'ordinato accesso al Santuario, ovvero un cammino distanziato, con le mascherine, pochi alla volta, come avvenuto nei supermercati durante il lockdown e come avviene adesso per i Musei. Non è forse il Santuario anch'esso un museo di storia e religiosità? Il mio interrogativo è un appello pubblico a rivalutare la decisione di chiusura del Santuario di San Calogero,  consentendo l'accesso in massima sicurezza. Attendo fiducioso un riscontro, e così migliaia di devoti del Santo Nero miei concittadini".

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento