rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Politica

Capodicasa: "Ritorno in carcere di Riina sarebbe un'offesa alle vittime"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

C’è un piano giuridico e c’è un piano morale, ma in questo caso non si può prescindere da un concetto di fondo: Totò Riina rappresenta il male assoluto di una stagione di sangue indelebile per l’intero Paese. I nomi delle vittime di Cosa nostra sono scolpiti nella nostra memoria collettiva e i loro familiari pagano ogni giorno il conto delle barbarie commesse dalla mafia. A Totò Riina la morte dignitosa può essere garantita nelle strutture sanitarie carcerarie. Gli arresti domiciliari o il ritorno in libertà sarebbe un’offesa enorme e incomprensibile per ha chi ha pagato con la vita il terrore della mafia e dei suoi capi. 

Questa sentenza è pericolosa, rischia di aprire un varco per altri ricorsi di tanti detenuti eccellenti che si trovano al regime del carcere duro e non solo. In questo momento tutti abbiamo bisogno di una giustizia che sia s’ equa e solidale ma che dia soprattutto certezze soprattutto guardando alle nuove generazioni. Nella vita chi sbaglia deve pagare, questo deve essere il senso di parole che fin troppo spesso tornano alla mente di ognuno di noi: giustizia e rispetto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capodicasa: "Ritorno in carcere di Riina sarebbe un'offesa alle vittime"

AgrigentoNotizie è in caricamento