Legge di stabilità, Gallo di Forza Italia: "Occasione di sostegno importante"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Nell’ambito della legge di stabilità regionale è stata accolta la proposta del gruppo parlamentare di Forza Italia che esenta dal pagamento del bollo le automobili fino a 53kw, di proprietà di soggetti che non superino i 15mila euro annui di reddito. Il pagamento della tassa automobilistica non sarà più richiesto anche alle vetture con più di 10 anni di vita e alle vetture di associazioni di volontariato e onlus. Il vice coordinatore regionale di Forza Italia, onorevole Riccardo Gallo, sostenitore della proposta, commenta: “Accolgo con soddisfazione l’accoglimento della misura di sgravio, che sarà concretizzata dal governo regionale tramite l’assessorato all’Economia. Si tratta di un'ulteriore occasione di sostegno a tutti i siciliani afflitti da una congiuntura sanitaria ed economica così grave”.

Ed inoltre, l’onorevole Gallo, insieme al collega deputato di Fratelli d'Italia, onorevole Salvatore Lentini, ha presentato all’Assemblea Regionale due ordini del giorno.

Il primo impegna il governo della Regione a voler porre in essere tutte le misure necessarie per consentire, prioritariamente, nell’ambito dei cantieri per la realizzazione di opere pubbliche in Sicilia, il completamento della Palermo – Agrigento, ovvero il tratto strategico ed essenziale che si sviluppa lungo le strade statali 121 e 189.  

Il secondo ordine del giorno impegna invece il governo della Regione, a procedere, a contenimento della crisi economica legata all’emergenza covid, all’istituzione di un’apposita struttura, con l’impiego di personale interno e senza nuovi o maggiori oneri, al coordinamento e al monitoraggio degli interventi di assistenza alimentare e contro la povertà, operando in raccordo con i Comuni e con tutti gli altri soggetti coinvolti, al fine di assicurare al meglio il sostegno e il superamento della condizione di crisi socio economica.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento