Politica

"Salvini, bocca chiusa e porti aperti": la scritta fa scoppiare le polemiche

A chiedere interventi è un attivista della Lega che accusa l'amministrazione comunale di non provvedere alla cancellazione del graffito

"Salvini, bocca chiusa, porti aperti". E' questo il contenuto di una scritta che campeggerebbe ormai da diverse settimane si un muretto a Lampedusa. Un gesto di protesta evidentemente indirizzato a contestate le politiche migratorie dell'ormai ex ministro dell'Interno commesso da ignoti che però ha suscitato la reazione stizzita di chi vota e sostiene il "Capitano".

La segnalazione arriva da Roberto Refrigeri, attivista politico e sostenitore del partito nel comune di Mentana, nel Lazio. "Essendo coniugato a Lampedusa - ci spiega - mi sento in dovere di denunciare attraverso il vostro notiziario un gesto fatto da ignoti, al tempo stesso ignorato dalla amministrazione comunale di Lampedusa e Linosa. Si tratta di una scritta apparsa su un muretto di una strada comunale indirizzata al senatore Matteo Salvini. Per il decoro dell'isola ma, soprattutto nel rispetto di un Senatore della Repubblica Italiana, la Amministrazione si dovrebbe a mio avviso far carico della cancellazione della stessa".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Salvini, bocca chiusa e porti aperti": la scritta fa scoppiare le polemiche

AgrigentoNotizie è in caricamento