menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lillo Firetto

Lillo Firetto

Il Laboratorio Vallicaldi appoggerà la candidatura di Lillo Firetto a sindaco di Agrigento

L'associazione in una nota stampa: "Il Laboratorio Vallicaldi non semplicemente aderisce a questo progetto ma lo costruisce insieme e ne è parte integrante per la stesura del programma e per le sue scelte future"

L’associazione culturale “Laboratorio Vallicaldi” appoggerà la candidatura a sindaco di Agrigento del deputato regionale (ed attuale sindaco di Porto Empedocle) Lillo Firetto. 

"In una recente trasmissione televisiva, dichiarando l’intenzione di una sua prossima candidatura alle amministrative di Agrigento, - spiega l’associazione in un comunicato stampa - Lillo Firetto ha lungamente citato l’ass. cult. Laboratorio Vallicaldi insieme ad alcune altre significative realtà del territorio come espressioni di un impegno di idee e progetti per lo sviluppo della città. Dall’esperienza innegabilmente positiva di Porto Empedocle, soprattutto per quel che riguarda il decoro e la rigenerazione urbana, in assenza di un dibattito cittadino che sulla discontinuità si faccia proposta di una nuova idea di futuro, il Laboratorio Vallicaldi ha lungamente interloquito con l’On. Lillo Firetto proponendo la sua idea di cittadinanza attiva e i suoi progetti di politica culturale e di rigenerazione del centro storico.
 
Il confronto pubblico e privato con numerose altre associazioni e persone vicine, con le quali si è lavorato a strettissimo contatto, ci ha persuasi ad insistere su questo percorso in un’opera di traduzione concreta di un impegno convergente a un’idea inclusiva per una necessaria metamorfosi della città. Agrigento ha bisogno di un sindaco capace di rispondere ai bisogni di fondo della città e alle sue drammatiche e attuali emergenze, non delegittimando il compito della politica ma agendo al di là degli umori e degli interessi di parte, che soprattutto si faccia interprete dei bisogni dei cittadini recuperando una dialettica civile di progetti e contenuti, ritenendo a tal proposito prioritaria fra tutte le strategie l’investimento di un’azione per il restauro e la fruizione totale della Cattedrale e dei suoi beni artistici, intervenendo ancora sul tema del decoro urbano, sull’implementazione del Polo Universitario con allocazione dei suoi corsi nel centro città, di un piano complessivo di mobilità e di pedonalizzazione, della trasformazione della via Atenea in un vero centro commerciale naturale, di una politica culturale solida e qualitativa, e infine dell’obiettivo turistico dell’integrazione, cioè la vera e propria connessione fisica e funzionale tra il centro storico e la valle dei templi.
 
Nella direzione delle cose e nel percorso da intraprendere, il Laboratorio Vallicaldi intende assumere un ruolo propositivo e cogente nell’elaborazione di una progettualità concreta, controllabile e verificabile. In questo senso la scelta di un progetto civico è per noi l’idea di un nuovo futuro rispetto al passato prossimo e a quello recente, nel segno di una discontinuità che dovrà corrispondere, anche nella scelta delle strutture organiche e politiche, alle caratteristiche di quella società che lo sostanzia e lo favorisce col suo impegno diretto. Agrigento deve rieducare i cittadini al senso del bello, dei comportamenti reciprocamente comprensivi e tolleranti, avviandoli a un progresso culturale con immediati risvolti economici e strutturali, puntando su una strategia con obiettivi coagulanti nell’aspetto anche estetico della città e nei risvolti di una nuova coesiva vivibilità.
 
Chiedendo un’assunzione di responsabilità da parte di tutti, nell’idea della candidatura di Lillo Firetto, il Laboratorio Vallicaldi non semplicemente aderisce a questo progetto ma lo costruisce insieme e ne è parte integrante per la stesura del programma e per le sue scelte future, coinvolgendo numerose altre realtà in un’aggregazione di orientamento a un progetto comune che coinvolga tutti nella partecipazione di un nuovo spirito di cittadinanza. In questo senso il Laboratorio Vallicaldi, partecipando questa idea di città, porta la propria ricca esperienza sul centro storico, l’impegno per la via Atenea e per la Cattedrale, il lavoro di relazione con la Curia e con il Polo di Agrigento, l’intento solidale con Farm Cultural Park, la sua robusta presenza nella vita culturale cittadina, e si augura la massima convergenza d’opinione per la costruzione di un progetto efficace insieme a numerose altre associazioni e a tutti coloro i quali hanno condiviso con noi un importante percorso di rigenerazione civile, nella correttezza e nella buona fede di tutte le nostre scelte e azioni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento