Iacolino in corsa per il Comune? Ma il partito vuole le primarie

La notizia è apparsa sulla Repubblica di ieri. Oggi il congresso regionale del Pdl. Agrigento attende il vertice provinciale a fine febbraio

E' apparsa ieri su Repubblica l'indiscrezione secondo la quale sarebbe l'europarlamentare Salvatore Iacolino il candidato sindaco di Alfano per la città di Agrigento. Nell'articolo si legge, inoltre, che il dimissionario della segreteria del Partito democratico agrigentino, Piero Luparello, sarebbe uno degli uomini vicini al leader nazione del Pdl.

"Il segretario nazionale del Pdl - si legge nell'articolo - l'agrigentino Angelino Alfano, avrebbe proposto di candidare addirittura l' ex segretario cittadino del Pd, Pietro Luparello, passato alla sua corte, e adesso potrebbe far scendere in campo un suo fedelissimo, l' eurodeputato Salvatore Iacolino".

Si tratta solo di indiscrezioni che non trovano conferme certe. Occorre considerare che la carica di sindaco è incompatibile con quella dell'europarlamentare. Salvatore Iacolino dovrà eventualmente compiere una scelta e rassegnare le dimissioni al Parlamento europeo. Stamattina è stato poi deliberato dal  congresso regionale del Pdl, svoltosi a Palermo e a cui era presente Iacolino, la decisione già annunciata, di ricorrere alle primarie, che avranno luogo a marzo. Novità introdotta quest'anno dal leader nazione del partito di Berlusconi, che stabilisce che non il gruppo dirigente del Pdl, ma i tesserati e i simapatizzanti, sceglieranno il candidato dei singoli comuni che andranno al voto in primavera.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ancora da stabilire, inoltre, la questione "alleanze". Non è da escludere infatti che il Pdl potrebbe trovare un accordo con l'Udc nei comuni, ma si esclude un'allenaza con Grande sud, deciso ad andare da solo, e ovviamente, con la coalizione Mpa, Fli e Pd . Intanto Agrigento attende il congresso provinciale  fissato per giorno 26 febbraio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Covid-19, altri due casi in provincia: chiuso ristorante e richiamati tutti i clienti

  • La faida sull'asse Favara-Belgio, scatta l'operazione "Mosaico": raffica di arresti, trovate armi

  • Operazione "Mosaico": duplice tentato omicidio, ecco chi sono i 7 arrestati

  • Coronavirus, ancora positivi in provincia: a Ravanusa i casi salgono a sette

  • "Se l'è cantata... è un burdellu ora": Antonino Mangione si "pente" e i due esecutori dell'agguato tremano

  • Nuova "bomba" d'acqua sull'Agrigentino: strade e ristoranti allagati, albero su auto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento