Giuseppe Vella, un incarico lungo dieci anni: plauso del sindaco Spinelli

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Dieci anni fa, era il 1° Luglio del 2010, veniva conferito all’Architetto Giuseppe Vella l’Incarico fiduciario di guidare il III Settore del Comune di Calamonaci (U.T.C.); ciò è proseguito ininterrottamente e senza soluzione di continuità e, da allora, sono trascorsi ben 10 anni; il tempo di tre Amministrazioni di cui una ancora in corso; l’occasione fu data dal pensionamento del Tecnico Comunale che venne così rimpiazzato dall’Arch. Giuseppe Vella già Funzionario del Comune di Realmonte e il suo secondo il Geom. Vincenzo Cottone; I due Tecnici hanno messo a disposizione, del Comune di Calamonaci, la loro esperienza, maturata anche con precedenti scavalchi in diversi comuni dell’Agrigentino come Santo Stefano Quisquina dove i due tecnici hanno sperimentato e collaudato un sodalizio che li vede oggi ancora in perfetto e collaudato tandem e gestire l’Ufficio Tecnico Comunale; questi dieci anni sono stati forieri di tanti successi; i Governi della cittadina agrigentina ed in particolare i primi cittadini prima l’Ing. Inga e oggi Pellegrino Spinelli hanno apprezzato l’operato dei due Professionisti che hanno saputo con equilibrio e grande capacità rendere possibili molti interventi sul territorio; molti di questi sono realtà con la realizzazione di diverse Opere Pubbliche.


Il Sindaco Pellegrino Spinelli e la sua Giunta hanno voluto festeggiare questo importante traguardo e il Sindaco ha tenuto, in particolare, a sottolineare l’impegno profuso e la capacità produttiva dimostrata dai due Tecnici, che sono riusciti in questi ultimi due anni di Sua sindacatura a centrare molti Obiettivi importanti. L’Architetto Vella ha apprezzato molto il gesto dell’Amministrazione che gratifica anni di fedele e proficua attività, resa ad una splendida realtà civica qual è Calamonaci.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento