menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Marcella Carlisi

Marcella Carlisi

Carlisi, appello al prefetto: "Intervenga per restituire decoro alla città"

Il consigliere comunale del M5s: "L'amministrazione si sta dimostrando totalmente inadeguata"

Il consigliere comunale del M5s Marcella Carlisi ha inviato una lettera al prefetto Dario Caputo per sollecitarlo a intraprendere azioni urgenti per ristabilire decoro e igiene.

"I cestini per i rifiuti - scrive - sono stati tolti da alcune zone della città, perché tanto non vengono svuotati. I rifiuti si accumulano attorno ai pochi che ancora esistono, con graziose composizioni di sacchettini con deiezioni canine. Un ordine per 90 nuovi cestini è partito solo a fine giugno e non sono ancora arrivati: quasi 50mila euro. Di questi 35 sono preziosissimi, addirittura da 690 €: avremmo bisogno di igiene e di un servizio che funzioni, non di cestini sciccosi".

Carlisi aggiunge: "Gli  animali, più o meno grandi, morti per strada restano sull’asfalto. Lo spazzamento non esiste. Il diserbo nemmeno, con la possibilità di catastrofici incendi. Il sindaco dice che i netturbini si dedicano quasi tutti alla raccolta e non ce ne sono abbastanza per fare lo spazzamento. Perché mai? Chi ne ha chiesto la diminuzione del numero a fronte di un servizio che, con la differenziata, diventava più impegnativo? L’amministrazione!".

Il consigliere, con riferimento all'assessore all'Ambiente Nello Hamel, aggiunge: "Ha detto che ogni giorno il 5% delle utenze, che dovrebbero usufruire del porta a porta, non viene servito, siamo sicuri che sia solo il 5%?. La nostra differenziata non è di qualità, non rende molto e un bel po’ finisce, alla fine di costosi trattamenti, in discarica ma, per l’ennesimo comunicato “governativo” di ieri, va tutto bene. Come rappresentante dello Stato, il prefetto, ha l’autorità per far rispettare il nostro diritto di cittadini a non essere sottomessi a leggi assurde, che la stessa amministrazione dice non adeguate".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento