menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ex presidente della Provincia regionale Eugenio D'Orsi

L'ex presidente della Provincia regionale Eugenio D'Orsi

"Ho più paura, ma voglio condurre le mie battaglie": Eugenio D'Orsi torna in politica

Non è chiaro dove e quando, perché non lo ha reso noto, ma l'ex presidente della Provincia regionale di Agrigento torna in campo

Non è chiaro dove e quando, perché non lo ha reso noto, ma Eugenio D'Orsi torna in campo. L'ex presidente della Provincia regionale di Agrigento lo ha annunciato sui social. "Dopo otto anni di processi, dopo aver ingoiato bocconi amari e indigesti, dopo mille tradimenti, abbandonato dai miei leader politici a cui ho palesemente e pubblicamente dimostrato lealtà e serietà, dopo aver reso la Provincia regionale di Agrigento una delle più virtuose in Italia, avendo assaporato il piacere della solitaria solitudine politica - ha scritto - e, dopo una parentesi di momentanea rassegnazione, mi chiedo e vi domando posso ritornare a condurre le mie battaglie contro politici inetti, ma sciacalli di professione e gentaglia inchinatasi alla gestione del potere, per potere essere me stesso?".

"Non si fece corrompere dal vivaista con quaranta palme", assolto l'ex presidente D'Orsi

Lo scorso 21 marzo, i giudici della Corte d'appello - ribaltando la sentenza di primo grado e cancellando la condanna a 4 mesi di reclusione - hanno assolto "perché il fatto non sussiste" D'Orsi che era stato accusato di "corruzione per l'esercizio della funzione". 

"Ho più paura rispetto a tanti anni fa, so per esperienza che una persona può essere fatta fuori con mezzi sottili ed immaginabili e vedersi morire giorno dopo giorno. È’ successo a me, dopo aver trasferito la mia residenza in via Mazzini dove un ragazzo di 35 anni, dall’alto del suo ruolo, con enfasi mi definì ladro, - scrive Eugenio D'Orsi - senza alcun riguardo e in assenza di una condanna. Sono stato assolto da tutti i capi di accusa con la formula 'perché il fatto non sussiste', - ricorda - ma condannato da tutti quelli a cui non avevo permesso di rubare. Ritornerò a fare il pazzo: quello che non si faceva corrompere per difendere la gente che credeva in me, quello che rispetta la 'persona' in quanto tale. Vediamo che succede".

"Nessuna spesa folle o incarico illegittimo", pg chiede assoluzione per D'Orsi e Gennaro

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento