rotate-mobile
Politica Grotte

Immobili comunali assegnati senza avviso pubblico? Monta la polemica

Il gruppo consiliare del MoVimento5Stelle ha chiesto di revocare le concessioni. Il sindaco: "Gli uffici comunali stanno verificando le vecchie autorizzazioni rilasciate dalla passata amministrazione e se ci saranno non conformità si procederà"

Assegnazioni di immobili comunali fatte senza avviso pubblico? Il gruppo consiliare del MoVimento5Stelle di Grotte ha chiesto – e lo ha fatto ufficialmente e pubblicamente – alla neo amministrazione comunale del sindaco Alfonso Provvidenza di intervenire e revocare, con urgenza, in autotutela le assegnazioni fatte senza avviso pubblico.

“E’ necessaria anche una ricognizione sulla agibilità di tutti gli immobili comunali, anche quelli ceduti a qualsiasi titolo a privati, revocando la concessione laddove le stesse risultino deficienti di tutte le condizioni di legge” – hanno scritto dal movimento Cinque Stelle - .

Nell’ottica di una gestione trasparente del patrimonio comunale, il gruppo consiliare del movimento Cinque Stelle di Grotte ha chiesto all’amministrazione comunale di “procedere con i controlli su eventuali casi di utilizzo di beni immobili comunali da parte di associazioni cittadine senza giusta autorizzazione o concessione, inibendone la fruizione alle stesse, anche al fine di evitare eventuali risarcimenti danni a qualsiasi titolo richiesti”.

“Da quando mi sono insediato non è stata data nessuna concessione, né autorizzazione – ha spiegato, replicando, ieri, il neo sindaco di Grotte Alfonso Provvidenza - . Gli uffici comunali sanno perfettamente, senza bisogno che ce lo dicano i Cinque Stelle, che vanno fatti i controlli e qualora dovessero emergere non conformità o abusi si tratta – argomenta il neo sindaco Alfonso Provvidenza, eletto nell’ultimissima tornata di amministrative, – di concessioni e autorizzazioni date dalla precedente amministrazione. E visto che la precedente amministrazione ha appoggiato proprio i Cinque Stelle in campagna elettorale – chiosa ironicamente Provvidenza – se la potevano vedere direttamente tra di loro”. Il sindaco di Grotte ha precisato che d'aver concesso l’utilizzo a tre associazioni sportive del campetto di calcio. “Sono state tre le associazioni che hanno chiesto l’uso del campetto – ha spiegato – e, per una questione di equità, abbiamo concesso il campo due giorni ciascuno, riservandoci naturalmente di rivedere le disposizioni qualora subentrassero nuove richieste”. Il sindaco Alfonso Provvidenza ha tenuto ad evidenziare, inoltre, che “gli uffici comunali stanno verificando le vecchie concessioni e autorizzazioni rilasciate dalla passata amministrazione e se ci saranno non conformità si procederà. Così come si stanno facendo controlli anche sull’agibilità delle strutture. Ribadisco però – ha concluso il capo dell’amministrazione di Grotte – che da quando ci siamo insediati non abbiamo avuto neanche il tempo di dare in concessione l’utilizzo di beni comunali”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Immobili comunali assegnati senza avviso pubblico? Monta la polemica

AgrigentoNotizie è in caricamento