menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Municipio di Grotte

Il Municipio di Grotte

Amministrative, fra "passi di lato" e fumate nere: c'è un unico candidato sindaco

Paolino Fantauzzo: "Valuteremo i nominativi della società civile. Valuteremo se c’è un nominativo da spendere. Poi decideremo come muoverci”

Il “passo di lato” – come lo stesso sindaco uscente, Paolino Fantauzzo, lo definisce – è stato fatto. Ma non è servito, non al momento, a fare chiarezza e a far emergere il nominativo alternativo da candidare alle prossime amministrative del 10 giugno. A Grotte – in attesa, naturalmente, del momento “X”: ossia la presentazione delle liste – c’è soltanto un candidato a sindaco ufficiale: Dino Morreale del Movimento Cinque Stelle. Per il resto, tutto sembrerebbe essere tornato – e contrariamente alle scorse settimane – in alto mare. Nelle settimane passate, c’era la certezza della ricandidatura dell’uscente Paolino Fantauzzo – ricandidatura ufficializzata dallo stesso primo cittadino che s’era detto pronto per la corsa al suo secondo mandato – e della candidatura di Dino Morreale.

Fantauzzo scioglie le riserve: "Mi ricandido"

Si attendeva, secondo le voci politiche ben informate, soltanto il terzo nominativo. Poi, all’improvviso, tutto è cambiato: Fantauzzo ha fatto “un passo di lato”. Giovedì sera c’è stato un incontro informale, “fra amici” – ha detto Fantauzzo - . E avrebbe dovuto essere, forse, quello il momento per scegliere, decidere, definire. Non è stato però affatto così. L’unico nominativo che veniva dato ormai quasi per certo era quello di Roberta Di Salvo, ma la “fumata” è stata nera perché – a quanto pare – non c’era il consenso di tutta la “grande coalizione”.

“Valuteremo i nominativi della società civile – ha detto il sindaco uscente - . Valuteremo se c’è un nominativo da spendere. Poi – spiega, rinviando, di fatto, il verdetto – decideremo come muoverci”. In queste ore si sono fatti, e anche freneticamente, i nominativi del consigliere comunale Leonardo Cutaia, dell’ex sindaco Filippo Giambra, del dirigente scolastico, nonché ex assessore provinciale, Santino Lo Presti.

L’uscente Fantauzzo tornerà ad incontrarsi, nei prossimi giorni, con i suoi sostenitori: gli attuali assessori Diego Aquilina, Piero Castronovo e Giusi Cimino, i consiglieri uscenti Liliana Liotta e Angelo Puglisi, e con i componenti del gruppo che fa capo all’ex deputato regionale Decio Terrana, attuale coordinatore dell’Udc in Sicilia. “La lista si farà quasi sicuramente, a questo punto, - ha commentato ieri il sindaco di Grotte – pochi giorni prima della data di consegna ufficiale”. Al momento, dunque, Grotte ha un unico candidato a sindaco: Dino Morreale, 54 anni, ingegnere, sposato e padre di una bambina, schierato dal movimento Cinque Stelle. I papabili candidati restano, invecetre: Leonardo Cutaia, che fa riferimento all’ex sindaco Paolo Pilato; Alfonso Provvidenza, docente universitario, che fa capo al Pd e il commerciante, già sindaco, Filippo Giambra. Proprio Giambra però, nonostante le insistenze dei suoi sostenitori, non sarebbe disponibile alla candidatura.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento