rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Politica

Covid, Tardino (Lega): "No a proroga green pass Ue fino 2023, presenteremo obiezione"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

“La proposta di prorogare il Certificato Covid Digitale europeo - comunemente chiamato Green Pass - fino al giugno 2023, come chiedono le istituzioni Ue, è priva di alcun senso. Mentre in tutti gli Stati membri si allentano le restrizioni, essendo passata la fase emergenziale, l’Ue va controcorrente e, confermandosi ancora una volta distante dalla realtà, persino propone l’estensione dello strumento per gli spostamenti tra Stati membri un altro anno, purtroppo con il sostegno e il voto favorevole anche di forze politiche del nostro Paese. La Lega ha presentato un emendamento di rigetto della proposta alla luce del netto miglioramento della situazione sanitaria in Ue, e votato contro in commissione, al contrario dei gruppi di maggioranza. A nostro avviso non sussistono più le ragioni per questo strumento, che doveva agevolare gli spostamenti durante la pandemia in ottica di armonizzare le normative nazionali. Ora si vorrebbe complicarle e forse distruggere il turismo, tentando di limitare i diritti dei cittadini europei?
Diciamo no a questa misura insensata, che era nata come eccezionale, e tale deve restare. Siamo quindi pronti a presentare un’obiezione in plenaria per chiedere un voto nei prossimi giorni”.
Così in una nota Annalisa Tardino, europarlamentare della Lega, coordinatrice ID in commissione Libe.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, Tardino (Lega): "No a proroga green pass Ue fino 2023, presenteremo obiezione"

AgrigentoNotizie è in caricamento